venerdì 28 Gennaio 2022
5.6 C
Venezia

Mirano, “Volti nel Tempo. I Ricordi di una Vita”, mostra fotografica

HomeAppuntamentoMirano, “Volti nel Tempo. I Ricordi di una Vita”, mostra fotografica

Ripercorrere il passato attraverso la fotografia del presente, questo il focus della mostra fotografica organizzata dal Comune di Mirano con la collaborazione di Euro&Promos Social Health Care.
Una mostra che indaga l’aspetto più intimo dell’esperienza dei singoli, attraverso racconti e ricordi personali, insieme a momenti di vita quotidiana catturati dalla fotografia.

Il progetto – a ingresso libero – sarà esposto venerdì 17 dicembre, dalle 15:30 alle 18:00, e sabato 18, dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 15.30 alle 18:00, nella sala comunale di via Bastia Fuori n. 58, Mirano (VE).

Protagonisti assoluti dell’esposizione sono gli anziani del Centro diurno Arcobaleno di Vetrego, a rappresentare tradizioni del passato e memorie di una vita lontana, insieme ai bambini: il futuro e l’innovazione.

«Il progetto iniziale era diverso – spiega la dott.ssa Deborah D’Avenia, Area Manager di Euro&Promos Social Health Care, tra gli ideatori dell’iniziativa – ma il Covid ha cambiato tutto. Avevamo previsto di coinvolgere le scuole del territorio con l’idea di svolgere più giornate a tema: merende, momenti di gioco tra nonni e bambini, purtroppo abbiamo dovuto adeguarci nel rispetto delle restrizioni reinventando il progetto e limitando il numero dei piccoli visitatori». Nonostante le difficoltà dovute all’emergenza sanitaria «il risultato del lavoro ha dato vita a momenti bellissimi – continua D’Avenia – Siamo riusciti a dare spazio alla condivisione del tempo e dei ricordi tra grandi e piccini: un modo per rievocare un’infanzia sicuramente diversa da quella di oggi, esperienze da cui i bambini possono imparare».

L’obiettivo del centro è quello di aiutare gli anziani a socializzare e interagire attraverso momenti ludici che favoriscano le relazioni sociali: da qui nasce l’idea di questa esposizione fotografica.

Si è scelto, infatti, di inserire nella mostra i diversi progetti e laboratori che si svolgono quotidianamente all’interno del Centro diurno Arcobaleno come la cura dell’orto, la creazione di oggettistica per i mercatini, il cucito e la maglia.

«Gli anziani si sono raccontati nella loro totalità, unicità e centralità, riconoscendo un bagaglio culturale ed esperienziale in una logica di scambio reciproco e costruttivo», racconta D’Avenia. Infatti, gli ospiti del centro Arcobaleno hanno partecipato attivamente alla creazione dell’intero progetto, attraverso racconti, oggetti e attività manuali. Hanno condiviso le esperienze, gli affetti e i ricordi della propria vita in un’intervista condotta delle operatrici del centro. Inoltre, hanno creato delle “scatole di ricordi” – esposte alla mostra – per raccogliere oggetti, fotografie e scritti per loro significativi.

La mostra si propone di offrire al visitatore anche un confronto intergenerazionale grazie alla presenza dei bambini negli scatti esposti. I più piccoli sono stati coinvolti nella semplicità delle attività quotidiane e nei momenti di svago all’aperto trascorsi insieme agli anziani.

«Vogliamo ringraziare l’amministrazione comunale di Mirano per l’importante collaborazione e le operatrici di Euro & Promos Social Health Care: Francesca Fabris, Anna Formica e Iwona Szewczyk, impegnate presso il centro. Grazie a loro è stato possibile concretizzare il progetto. – sottolinea D’Avenia – Questa mostra fotografica è un bel modo per far entrare queste storie nelle case di chiunque abbia voglia di leggerle».

L’iniziativa si svolgerà secondo i protocolli anti-covid, l’accesso sarà consentito esclusivamente ai possessori di green pass.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Cucina veneziana? Bangladesh. Negozi? Cinesi. Ma quale nostra ‘economia fiorente’ del turismo?”. Lettere

In risposta alla lettera: “Nessun veneziano che conosco tornerebbe a vivere a Venezia”. Ristoranti con cucina veneziana? Cuochi e camerieri Bangladesh. Negozi souvenir? Ancora Bangladesh e/o cinesi. Commesse attività commerciali? Ragazze dell’est Europa, e per piacere non ditemi che i nostri...

Accattoni e abusivi molesti, ora basta: denuncio chi non fa nulla

Ennesimo caso di accattonaggio molesto accorso tra campo san Cassian e Rialto ad opera di clandestini o rifugiati che vengono lasciati liberi di circolare pur essendo ospitati nelle cooperative e nei centri di accoglienza coi noti sussidi pagati dai contribuenti. E'...

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

Walter Onichini è in carcere, Zaia: “Mattarella conceda la grazia”

Caso Onichini: Zaia chiede la grazia per il macellaio che è in carcere per aver sparato al ladro. "Mi rivolgo al capo dello Stato e chiedo che venga concessa la grazia a Walter Onichini", sono state le parole del presidente della Regione...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

“C’è l’obbligo di vaccinazione, perché non posso scegliere il Novavax?”. Lettere

Siamo a gennaio 2022 ( i commenti che ho letto sono molto più vecchi). Non mi sono ancora vaccinata perché, vedendo anche brutte conseguenze post vaccino su alcune persone a me conosciute ( direttamente o indirettamente) a me questa Terapia genica...

Venezia, gondoliere aggredito da turista perchè lo ha fatto scendere dalla gondola [video]

Venezia, gli anni passano ma le cose non cambiano. La cultura del turista che è convinto di entrare in una città finta, dove tutto è permesso perché "paga", non migliora. Anzi. L'ultimo episodio a dimostrazione di ciò ci è giunto in redazione...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”

Venezia, San Zaccaria. La sorpresa all’imbarco: ignoti hanno defecato in vaporetto

Venezia, il degrado del comportamento delle persone ha toccato livelli mai raggiunti prima. Questa mattina un vaporetto ha attraccato al pontile di San Zaccaria, ma i viaggiatori che sono saliti a bordo hanno trovato una disgustosa sorpresa. Un passeggero si era appena...

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...