7 C
Venezia
domenica 28 Novembre 2021

Mira, disordini in consiglio comunale per inceneritore Fusina: due denunce

HomeMiraMira, disordini in consiglio comunale per inceneritore Fusina: due denunce
la notizia dopo la pubblicità

mira disordini consiglio comunale inceneritore fusina

L’Ordine del Giorno del Consiglio Straordinario convocato per lunedì sera era stato preannunciato per tempo ed i Carabinieri di Mira, in raccordo con la Questura di Venezia, avevano predisposto un adeguato servizio di Ordine Pubblico per assicurare che la seduta si svolgesse con la necessaria ed auspicabile cornice di sicurezza e nella maniera più urbana possibile.

Il Consiglio Comunale era chiamato a discutere sulla paventata apertura/ampliamento dell’inceneritore in località Fusina, stabilimento posto a ridosso del territorio del Comune della Riviera, circostanza che fa temere la popolazione residente circa possibili ricadute della qualità dell’aria.

Sin dal primo momento del dibattito si è capito che non sarebbe stato un Consiglio facile; le manifestazioni con cartelli e urla sono cresciute man mano che la discussione entrava nel vivo. Ad un certo punto – constatando che il dibattito non era più possibile a cause delle intemperanze di parte del pubblico – il Presidente ha sospeso i lavori ed ha richiesto alla Polizia Locale di allontanare i più facinorosi per permettere di proseguire con lo scopo della riunione.

A dare manforte ai Vigili intervengono anche i Carabinieri di servizio, che vengono fatti segno a loro volta di improperi ed ingiurie gratuite, al culmine di un confronto che nulla ha di civile.

Ad un certo punto della seduta verso le 23,10, il presidente del consiglio comunale Giorgio Zapparoli dopo numerose interruzioni dei comitati venuti a contestare il piano di Veritas (la partecipata che gestirà l’impianto) ha sospeso i lavori e ha chiesto alla polizia locale di allontanare i più rumorosi, per permettere di proseguire in tranquillità la riunione.

Mattia D., attivista ambientalista, non voleva sentire ragione, così è intervenuta la polizia locale i cui agenti sarebbero anche stati strattonati. A dar man forte ai vigili in difficoltà a quel punto sono intervenuti i carabinieri.

I militari hanno portato fuori, non senza fatica, Mattia D. e suo padre nonostante resistenze e insulti alle forze dell’ordine.

Entrambi, padre e figlio sono stati denunciati per per resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale e interruzione di servizio pubblico.

La seduta, dopo l’interruzione, ha potuto riprendere.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

19enne di Pianiga trovato morto a Padova. La disperazione della famiglia. Di Andreina Corso

Un ragazzo muore a 19 anni a Padova, all’interno di un capannone abbandonato poco distante dal Parco delle Mura, frequentato da chi si trova a vivere in strada, a cercare riparo e rifugio per la notte che sembra coprire con una...

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...

Giardinetti Reali di Venezia: eliminate due balaustre per dar spazio ai trasporti turistici. Lettere

"Recinzione Napoleonica ripristinata a San Marco dopo 14 anni di battaglie e un esposto del Prof. Mozzatto, ma subito rimossi ben due tratti della storica balaustra per fare dei pontili turistici: continua lo scempio a Venezia per dal posto alle attività...

Rapina in villa sul Terraglio pistole in pugno, minacciata bambina

Rapina odiosa a Mogliano, domenica sera. Sono circa le 19 e 30, quando quattro malviventi con passamontagna in faccia, irrompono nella villa sul Terraglio con le pistole in mano. Immobilizzano il proprietario, il petroliere Giancarlo Miotto di 79 anni, la moglie, e non...

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...