Mestre, prima multa per spostamenti ingiustificati: un minorenne fuori casa con marijuana tra le sigarette

ultimo aggiornamento: 27/03/2020 ore 17:13

1894

Fuga di gas a Marghera in stabile abbandonato, era un vandalismo
Mestre, scatta la prima multa per chi è fuori casa senza giustificato motivo.

Cambiano le norme per il contenimento del contagio da coronavirus, e rimangono sempre presenti sul territorio i controlli predisposti dal Questore di Venezia Masciopinto.

Squadra Volanti, Commissariati, ma anche tutti gli altri Uffici della Questura si sono attivati con il proprio personale in strada al fine di effettuare i controlli volti al contenimento del contagio da Covid-19.


A meno di ventiquattro ore dall’entrata in vigore del nuovo decreto sul contenimento del coronavirus, peraltro, la Squadra Volanti della Questura di Venezia ha applicato la prima sanzione amministrativa prevista per chi si trovi, senza giustificato motivo, fuori dalla propria abitazione.

Destinatario della sanzione un ragazzo minorenne italiano notato in via Monte Piana a Mestre dagli agenti in servizio serale di controllo del territorio.

Il giovane, sin da subito, non ha saputo giustificare le ragioni della sua permanenza in strada, ed ha cominciato ad agitarsi con fare sospetto. Gli agenti hanno allora proceduto ad un controllo più accurato, ed hanno rinvenuto nel pacchetto di sigarette del minore un involucro di marijuana che il ragazzo affermava aver comprato per uso personale.


Per tali motivi, il minore è stato sanzionato per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale, oltre alla nuova sanzione amministrativa prevista nel decreto per il contenimento del coronavirus entrato in vigore il 25 marzo.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here