spot_img
spot_img
spot_img
15.5 C
Venezia
martedì 19 Ottobre 2021

Mestre, furti alle auto in centro: aveva il divieto di ritorno nel Comune di Venezia

HomefurtiMestre, furti alle auto in centro: aveva il divieto di ritorno nel Comune di Venezia

Martellago: molestie continue alla ex fidanzata 18enne, finisce arrestato
Mestre, furti alle auto in centro ma viene notato e fermato.

Alcuni abitanti della zona avevano notato un uomo che armeggiava nell’abitacolo di una Lancia Ypsilon parcheggiata in via Mazzini a Mestre e poi su una Fiat 500 poco distante, facendo però azionare, in questo caso, il sistema di allarme.

H.R., marocchino di 48 anni, era già noto ai carabinieri per i suoi trascorsi. Non doveva neppure essere a Mestre, almeno secondo quanto stabilito dal divieto di ritorno del Comune di Venezia emesso dall’Autorità Giudiziaria per fatti analoghi.

Lo straniero invece è tornato ed è stato notato ieri sera in via Mazzini da alcuni residenti.

Sono stati proprio gli abitanti della zona ad insospettirsi subito, conoscendo i proprietari delle macchine prese di mira e allertati dall’anomala presenza e dall’atteggiamento dell’uomo.

Subito dopo la chiamata al 112 per la segnalazione, sono intervenuti i carabinieri del Radiomobile di Mestre che hanno individuato immediatamente il soggetto, constatando che effettivamente era riuscito ad aprire entrambe le automobili.

Durante il fermo e la perquisizione personale, i militari hanno rinvenuto anche una dose di marijuana che il malfattore aveva occultato nel suo zaino.

L’uomo è stata condotto negli uffici della Compagnia dei carabinieri di Mestre ed è stato denunciato a piede libero per tentato furto aggravato su auto e inottemperanza del divieto di ritorno nel comune di Venezia.

Inoltre è stato segnalato alla Prefettura di Venezia quale assuntore di sostanza stupefacente per la dose di marja in suo possesso.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements