Mestre, furgone ostruisce la strada, lampeggia e viene aggredito con mazza da baseball

Mestre sembra esser diventato posto dove una donna solo per il fatto di essere per strada deve considerarsi “a rischio”. Due scippi in poche ore ieri sera, tecnicamente definiti “furti con strappo”, si sono verificati nelle centralissime viale Garibaldi e via Bissuola fortunatamente senza conseguenze per le vittime, ad eccezione di un trauma al ginocchio causato dalla caduta provocata alla seconda signora.

Nel primo caso, lunedì verso le 16.25, transitando per Mestre, una volante della polizia veniva chiamata a gran voce da una donna, che raccontava di essere appena stata scippata della propria borsetta da due giovani probabilmente adolescenti.

La signora agli agenti raccontava che mentre passeggiava in viale Garibaldi con la sua amica si era sentita strappare la borsa, e mentre si girava vedeva due ragazzini fuggire in direzione via Baracca.

ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000

A quel punto la vittima iniziava ad urlare per chieder aiuto attirando l’attenzione dei passanti che si sono cominciati ad interessare al fatto. I giovani, a quel punto, hanno lasciato cadere il bottino a terra. Sono in corso ricerche per individuare i due giovani responsabili.

Nel secondo caso invece, ieri alle 20.20 veniva richiesta una Volante in via Diaz in quanto una donna aveva subito un tentativo di rapina. Giunti sul posto gli agenti accertavano che la donna alle 20.10 circa, mentre si trovava in via Bissuola all’altezza della fermata ACTV, veniva avvicinata da un soggetto che, dopo averle afferrato la borsa la tirava violentemente al fine di derubarla.

La donna cercando di opporre resistenza, riusciva ad impedire il furto ma a seguito dello strattone cadeva a terra battendo con il ginocchio destro. Il ladro, quindi, che non era riuscito ad impossessarsi della borsa si dava alla fuga in direzione di via Prati riuscendo a far perdere le proprie tracce. Anche in questo caso sono in corso le ricerche.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here