Mestre, rubava ai passeggeri sui treni notturni: arrestato

ultimo aggiornamento: 07/03/2020 ore 08:17

600

Nigeriano fatto scendere perché senza biglietto denuncia capotreno: dipendente FFSS risponderà in tribunale
Mestre, rubava ai passeggeri dei treni di notte, approfittando del buio e del sonno, ma questa volta gli è andata male.
Gli operatori della Squadra di polizia giudiziaria del compartimento Polfer per il Veneto hanno arrestato un cinquantenne pluripregiudicato catanese.

L’uomo commetteva furti ai danni di passeggeri sui treni notturni a lunga percorrenza, quelli che fanno ingresso nel territorio nazionale dal valico ferroviario di Tarvisio (Udine).

Il catanese è stato avvistato dagli agenti della stazione di Mestre mentre scendeva con fare sospetto da un convoglio proveniente da Udine, è stato quindi fermato e sottoposto ad un controllo.


L’uomo era in possesso di un computer e un paio di cuffie acustiche di alta qualità, poi risultate di proprietà di una turista scandinava.

Il cinquantenne è stato quindi indagato in stato di libertà per ricettazione.

Gli accertamenti successivi, svolti dagli agenti con la consultazione degli archivi elettronici, hanno evidenziato che l’uomo era gravato dall’obbligo di dimora nel Comune di residenza, emesso dal Tribunale di Catania per porre fine alle attività illecite che metteva in atto sui treni.


Trovandosi a Mestre, pertanto, il cinquantenne stava violando la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale ed è stato quindi arrestato.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here