Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
5.7C
Venezia
lunedì 01 Marzo 2021
HomeTribunali e sentenzeRagazza morta per sfuggire a stupro di gruppo, processo va verso prescrizione

Ragazza morta per sfuggire a stupro di gruppo, processo va verso prescrizione

martina rossi Luca Vanneschi Alessandro Albertoni maiorca

Il fatto, dolorosissimo anche solo leggendolo, va verso l’impunibilità per gli accusati aggiungendo dolore alla sofferenza.

Un reato estinto per prescrizione, l’altro in scadenza nell’agosto 2021 per lo stesso motivo e gli imputati potrebbero essere prosciolti così.

Si parla del processo di secondo grado davanti alla corte di appello di Firenze per la morte di Martina Rossi, la studentessa ventenne di Genova deceduta il 3 agosto 2011 precipitando da un balcone di una camera di hotel a Palma di Maiorca, in Spagna, dove era in vacanza.

Secondo l’accusa la giovane cadde nel vuoto mentre stava passando da un balcone all’altro per sfuggire a un tentativo di violenza sessuale.

Reato che costituisce la sola accusa rimasta a carico dei due imputati, Luca Vanneschi e Alessandro Albertoni, entrambi di Arezzo, perché l’altra imputazione – morte in conseguenza di altro reato – è andata in prescrizione durante la stesura della sentenza di primo grado (emessa il 14 dicembre 2018) ed è stata dichiarata formalmente prescritta alla prima udienza del processo d’appello nel novembre 2019.

La conseguenza è che per Vanneschi e Albertoni, condannati in primo grado a 6 anni, la pena in appello, comunque sia, si dovrebbe dimezzare.

Infatti lunedì la procura generale di Firenze ha chiesto per loro 3 anni, il massimo possibile, anche in virtù di questo.

La prescrizione è un tema ‘caldo’ di questo processo e di questi tempi, non solo per il clima politico, essendo l’istituto al centro del dibattito attuale, ma anche per gli esiti che origina.

Il padre di Martina, Bruno Rossi, parla di “ingiustizia. Il fatto che sia già andato prescritto metà processo per me è un’ingiustizia profonda – commenta -; quando uno fa del male e c’è una condanna bisognerebbe dire basta, fermati. Ma è la politica che dovrebbe intervenire in queste materie e trovare la giusta soluzione”.

La stessa corte d’appello di Firenze, anche per le proteste della parte civile, a novembre ha dovuto rivedere la data dell’udienza successiva, anticipandola appunto a oggi anziché mantenendo la scelta iniziale del 25 settembre 2020.

Questo perché il reato rimasto, che pure sarebbe alla base della vicenda, cioè la tentata violenza sessuale di gruppo, cadrà in prescrizione ad agosto 2021, un tempo non molto distante.

Una decisione che non è piaciuta alle difese, che hanno presentato eccezione di nullità, con l’avvocato Stefano Buricchi che ha contestato la nuova calendarizzazione e la violazione del principio del giudice naturale.

“Mi chiedo – ha detto Buricchi – se una corte compulsata a correre avrà la serenità di riaprire il processo qualora sia necessario”.

L’eccezione è stata respinta e il processo è proseguito, ma il segnale c’è. Nelle pause di udienza non sono mancate tra magistrati e avvocati valutazioni su cosa sarebbe successo se la riforma Bonafede, che stoppa il decorso della prescrizione a certe condizioni, fosse stata vigente all’epoca dei fatti.

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.