martedì 18 Gennaio 2022
12.3 C
Venezia

Vaccinato, prende il Covid e si cura a casa: morto a 47 anni. Dramma a Padova

Homemorto in casaVaccinato, prende il Covid e si cura a casa: morto a 47 anni. Dramma a Padova

Marco Grasso era vaccinato con due dosi. La seconda iniezione l’aveva fatta circa 4 mesi fa. E’ morto di Covid in casa, da solo.
Marco Grasso non era certo “no vax”, cliché troppo semplicisticamente utilizzato di questi tempi per archiviare decessi di persone tutto sommato giovani.
Era vaccinato con due dosi, invece, e forse – lo diranno gli esperti – la differenza in senso negativo l’ha fatta la caduta di efficacia precoce del vaccino che il prof. Crisanti ultimamente indica avvenire dopo 5-6 mesi dall’iniezione, oppure qualche patologia pregressa sconosciuta.

L’uomo ha contratto il Covid ma forse, sapendo di essere vaccinato, era sicuro di poter curarne a casa i sintomi conoscendo la casistica che li indica come “meno gravi” rispetto a chi non è immunizzato.
Sopra il tavolo sono state infatti rinvenute medicine per curare le malattie influenzali e nient’altro.

Il 47enne era un dipendente comunale. Abitava da solo. Aveva eseguito la seconda iniezione di vaccino lo scorso agosto. Da giovedì sarebbe stato in quarantena avendo contratto il Covid. Aveva scelto di mettersi in ferie dal lavoro, forse non avendo voglia di dare troppe spiegazioni.
Quello che è certo è che venerdì i vicini, allarmati da quei colpi di tosse forti e insistenti, avevano chiamato il 118.
Secondo quanto appreso l’uomo non avrebbe voluto le cure dei sanitari, rifiutando il ricovero.

Domenica sera, però, uno strano silenzio aveva preso il posto di quei colpi di tosse, un silenzio che ha nuovamente insospettito i vicini che hanno nuovamente allertato il 118.
Questa volta nessuno ha risposto alla porta e, dopo l’intervento dei vigili del fuoco per l’apertura della porta, è avvenuta la tragica scoperta.

Il decesso può essere compatibile con le complicazioni provocate dal Covid 19 secondo il medico del Suem. Quello che è certo è che non sono intervenute cause violente o responsabilità di terzi nella morte dell’uomo, per questo il magistrato di turno non ha ritenuto di disporre l’autopsia a titolo giudiziario.

Marco Grasso abitava da poco tempo in un condominio poco lontano dall’uscita della tangenziale, nel quartiere di Salboro, a sud est di Padova. Venerdì i medici si sono presentati alla sua porta ma lui ha rifiutato il ricovero. Domenica sera, quando i pompieri hanno sfondato la porta per entrare, l’uomo era a terra in soggiorno, morto probabilmente la notte tra sabato e domenica.
Alla polizia l’ingrato compito di portare la notizia della scomparsa alla mamma ottantenne dell’uomo, a sua volta in isolamento per il virus.

La notizia del decesso ha gettato nello sconforto anche colleghi del Comune di Padova che avevano avuto modo di conoscere o lavorare con Marco. L’uomo viene descritto come persona sempre disponibile e premurosa verso il prossimo, dotato di bontà e sensibilità non comuni.

La salma del 47enne è stata lasciata libera per i funerali.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Regione
Notizie dalla Regione. Per contattare la redazione scrivere a: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...

Tornelli a Venezia nel 2022 perché quest’anno è invasione di turisti

Venezia quest'anno sta subendo una vera e propria invasione di turisti, tornati in massa come e più del 2019, per questo dal 2022 arriveranno i "tornelli". La misura è stata annunciata dal sindaco, assieme alla prenotazione e ad una 'app'....

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...

“Non mi hanno fatto entrare all’Ospedale di Venezia per accompagnare mia figlia”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. Buongiorno sono una cittadina italiana. Martedì ho accompagnato mia figlia di 10 anni a fare una visita in ospedale di Venezia ma all' ingresso non mi hanno fatto entrare perché non ho il "Green Pass". Ma secondo voi è possibile lasciare...

Venezia e sovraffollamento di turisti: altro weekend di passione

Ritorna l’onda alta della marea di turisti che assediano Venezia e che rispecchiano, come già tante volte abbiamo visto in questi anni, le situazioni di disagio e di crisi che la città si trova a subire a causa del sovraffollamento, dopo...

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

Chi volontariamente non si vaccina ruba un pezzo di probabilità di evitare la dissoluzione del genere umano. Lettere

Con la propaganda No-Vax io non riesco a discutere né a confrontarmi perché si tratta di un Extramondo *(una specie di Vandea del XXI secolo)* nel quale non riesco neanche a respirare. La Storia non si muove in senso vettoriale ma circolare...

“So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Lettere

In risposta alla letterea: "Go fato ben a andar via (da Venezia) chea volta e no me dispiaxe proprio”. So venexian de aqua... nato nei anni cinquanta... abito in campagna a Mestre... sì, Mestre per i venexiani... se campagna... anca Mian e...

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...

“Io, sfrattata da Venezia, ho voluto a tutti i costi tornarci ed è stato un incubo”. Lettere

In risposta alla lettera “So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Venezia... Io ci sono nata 60 anni fa e sono dovuta scappare a 15 anni con tutta la famiglia perché già a quei tempi per...

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...