Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
Gianluca Stival consulenza linguistica
10.9C
Venezia
venerdì 26 Febbraio 2021
HomeNotizie Venezia e MestreL'urlo di Venezia che si ribella alla città fantasma: "Mi no vado via!"

L’urlo di Venezia che si ribella alla città fantasma: “Mi no vado via!”

L'urlo di Venezia che si ribella alla città fantasma: "Mi no vado via!"

“Mi no vado via“ (Io non me ne vado). Questo il titolo della manifestazione che domenica mattina ha visto scendere in strada e manifestare almeno 1500 cittadini veneziani residenti nella città storica.

Un paio d’ore in cui gli “indigeni” della Laguna sono riusciti a “sfrattare” i turisti con un corteo voluto da una serie di comitati cittadini tra cui anche Confartigianato Venezia e gli antagonisti dei Centri Sociali, sotto lo slogan “Mi no vado via” riferito all’esodo dei residenti dalla città lagunare divenuta, per loro, poco vivibile.

Il corteo è partito dall’Arsenale, simbolo della Serenissima Repubblica, è stato aperto dallo striscione ‘Venezia è il mio futuro’, accompagnato da cartelli che toccavano i più svariati temi caldi per la sopravvivenza in città come i prezzi delle case, la mancanza di negozi essenziali sostituiti da botteghe di paccottiglia, il transito delle grandi navi da crociera a San Marco, e soprattutto l’insostenibile presenza del turismo mordi e fuggi.

Il serpentone di veneziano doc, famiglie, mamme con bambini, ha sfilato in Riva degli Schiavoni per poi snodarsi proprio in quei luoghi dove il turismo di massa tende a rendere la vita difficile in città.

«Siamo qui per chiedere politiche e misure per garantire la residenzialità in centro storico». Sono le parole simbolo della protesta che aveva nel mirino anche le amministrazioni comunali che per anni non hanno fatto nulla. In mezzo alla protesta è finito anche l’Unesco che ha cominciato ad interessarsi delle politiche per la città, nonostante sia un patrimonio mondiale, solo da pochi mesi.

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

2 persone hanno commentato

  1. Brugnaro ha detto che non si muove neanche lui da Venezia, per il momento. A tutto c’è una fine, la vita è un’imprevisto per tutti.

  2. Sono gli amministratori come Luigi Brugnaro che ci costringeranno alla resa. Stà sfidando se stesso. Vuole fare di Venezia la DUBAI europea. L’Unesco lo richiama, si parla di numero chiuso di turisti e lui in risposta rilancia l’idea o già realtà (?) del Porto di Marghera per le grandi Navi e del quadrante di Tessera. Aerei diretti per la Cina. Lo sostiene un potere forte. Parlo al presente, non sono solo i veneziani a dover scappare ma tanto più in là.
    Brugnaro è un’imperialista di natura, cioè distruzione.

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Strangola il figlio di due anni e si suicida. Tragedia nel Trevigiano

Strangola il figlio di due anni e si suicida. Una tragedia esplode nel pomeriggio del sabato nella provincia di Treviso. Un padre di 43 anni...

Weekend, anche a Venezia assembramenti: ribellione o disinteresse?

Nonostante le prevedibili reazioni dei commentatori da social ("Fanno bene...", "Siamo stufi...", ecc..) che arriveranno, chi si occupa di cronaca non può tacere quanto...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Trambusto a Piazzale Roma: straniero si denuda in tram e aggredisce tutti

Si denuda a bordo del tram e poi aggredisce il conducente e gli agenti: arrestato dalla Polizia locale a Piazzale Roma. Protagonista uno straniero che...

Fuoco al ristorante cinese di San Marco. E’ la seconda volta in 3 giorni

Fuoco al ristorante cinese di San Marco. E' la seconda volta in 3 giorni che intervengono i vigili del fuoco nel ristorante cinese "Il...

Delfino spiaggiato a Sottomarina. Una rete da pesca nella laringe

Delfino spiaggiato a Sottomarina (Venezia): è il primo caso dell’anno sul litorale veneto. Una rete da pesca ritrovata nella laringe di un tursiope da parte degli esperti dell’Università di Padova.
spot

Coronavirus Venezia, numeri tornano oltre 100 nuovi casi in 24 ore

Coronavirus a Venezia e provincia che si mantiene in una situazione stazionaria nonostante il leggero aumento dei 'nuovi casi' dopo la tendenza positiva degli...

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.