mercoledì 19 Gennaio 2022
0.6 C
Venezia

L’Università di Padova lancia la campagna di donazione per il Museo della Natura e dell’Uomo con l’agenzia Made in Genesi.

HomeArte e CulturaL’Università di Padova lancia la campagna di donazione per il Museo della Natura e dell’Uomo con l’agenzia Made in Genesi.

L’Università di Padova, fondata nel 1222, è una delle università più antiche del mondo. Nel 2022 festeggerà il suo 800° anniversario, un traguardo storico che pochissime università al mondo possono vantare. Per celebrarlo l’Ateneo ha scelto di realizzare progetti da lasciare in eredità alle prossime generazioni, all’insegna dei suoi valori fondanti: la libertà di ricerca e l’apertura al mondo.
Tra questi progetti, centrale è la genesi del nuovo Museo della Natura e dell’Uomo. Nascerà nella splendida sede di Palazzo Cavalli, dalla fusione di quattro musei costituiti nel tempo da chi per secoli ha studiato, esplorato, fatto ricerca all’Università di Padova: il Museo di Antropologia, il Museo di Mineralogia, il Museo di Zoologia e il Museo di Geologia e Paleontologia.

L’agenzia di comunicazione Made in Genesi ha curato l’ideazione e lo sviluppo del piano di comunicazione a supporto della campagna di donazioni per questo nuovo museo. Il piano è stato costruito intorno a uno spot il cui slogan è “entra nella Storia”. Tale slogan dà forza a due elementi chiave: l’uomo e la storia della natura, che si legano tra loro grazie al gesto della donazione: donando infatti si farà parte di un progetto imponente e importante per le nuove generazioni. Nel divertente spot video, realizzato dalla casa di produzione Piuma Film, una famiglia si introduce nel palazzo e ne scopre i segreti girovagando fra le stanze: fossili, minerali e reperti prendono vita grazie a visual effects in 3D.

piuma film spot video

Elemento visivo essenziale della campagna, sia nello spot video che nei visual realizzati per affissione e social, è la cornice. Questa ha il compito di valorizzare il donatore, al pari del ritratto di un personaggio importante. I visual di campagna mostrano gli attori nel ruolo di sostenitori, che si sporgono al di fuori della cornice tenendo in mano un oggetto della collezione museo. La cornice diventa in questo modo un oggetto da attraversare, piuttosto che un simbolo appiattito.

L’Università si è inoltre avvalsa dell’agenzia per la produzione di una collana di video-interviste dedicate ai più stimati professori e curatori dell’Università, che hanno illustrato il loro contributo per custodire i tesori ospitati nel Museo invitando a donare e spiegando l’importanza della donazione. Sono stati inoltre effettuati shooting per valorizzare oggetti rappresentativi della collezione e per raccontare fotograficamente il museo e le persone coinvolte. Tutto il materiale di campagna è stato diffuso su web e social network.

Pietro Causati, fouder di Made in Genesi, ci tiene a sottolineare l’importanza della campagna: «siamo molto felici che una delle università più prestigiose in Europa si sia rivolta a noi per lavorare su un progetto di comunicazione così stimolante e values-oriented. Campagne di questo tipo, costruite intorno a temi culturali, contribuiscono alla costruzione di un’Italia più forte, coesa e bella».

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

L’autopsia dovrà chiarire perché è morto a 31 anni: non si è più svegliato dopo il vaccino

Mattia Brugnerotto è morto il giorno dopo l'iniezione. Si era sottoposto a dose unica del vaccino, andato a letto non si è più risvegliato.

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

Venezia: ecco le barche private per evitare il controllo della certificazione verde sui mezzi Actv

Laddove non si convince, si scatena la creatività e il far da sé. Barche private, iniziative dovunque, social scatenati, soprattutto tra chi vive nelle isole e deve recarsi al lavoro o accompagnare i figli a scuola: ognuno si organizza a modo...

Rapina in villa sul Terraglio pistole in pugno, minacciata bambina

Rapina odiosa a Mogliano, domenica sera. Sono circa le 19 e 30, quando quattro malviventi con passamontagna in faccia, irrompono nella villa sul Terraglio con le pistole in mano. Immobilizzano il proprietario, il petroliere Giancarlo Miotto di 79 anni, la moglie, e non...

Padova: “Prego biglietti”. Stranieri minori fanno il finimondo: scaraventate a terra due verificatrici

Padova, lunedì poco prima delle sei del pomeriggio autobus di linea in via Venezia. Alla fermata sul "10" salgono i controllori, uomini e donne. Ormai da tempo fare il verificatore nei mezzi pubblici è mestiere "a rischio" quindi i dipendenti di Busitalia...

La Venezia perduta. Addio a Testolini, la cartoleria dei veneziani. Storia e ricordi

Testolini chiude, dal 1911 la cartoleria dei Veneziani. Storia e ricordi di un altro pezzo di Venezia che scompare. Intervista a Stefano Bettio, assieme al fratello Alessandro, ultimi gestori.

“Cucina veneziana? Bangladesh. Negozi? Cinesi. Ma quale nostra ‘economia fiorente’ del turismo?”. Lettere

In risposta alla lettera: “Nessun veneziano che conosco tornerebbe a vivere a Venezia”. Ristoranti con cucina veneziana? Cuochi e camerieri Bangladesh. Negozi souvenir? Ancora Bangladesh e/o cinesi. Commesse attività commerciali? Ragazze dell’est Europa, e per piacere non ditemi che i nostri...

Quando i no vax finiscono in ospedale e cambiano idea sul vaccino. Di Andreina Corso

Aumentano di giorno in giorno le persone contrarie al vaccino, colpite dal Covid, che dopo un’esperienza ospedaliera traumatica scelgono di vaccinarsi e cercano di convincere gli altri a fare altrettanto. Quando la malattia ancora non ti tocca, quando ti è sconosciuta la...

No Vax in strada a Verona, c’è anche il prete: “Draghi e Brunetta, andrete all’inferno”

No Vax e proteste a Verona: in mille in corteo tra cui anche un sacerdote no vax. Si è svolto infatti oggi l'ennesimo pomeriggio di protesta da parte degli schieramenti No Green Pass - No Vax a Verona, dove si sono...

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

“Venezia è ingorda di denaro. Sarebbe l’ora di un progetto sostenibile”. Lettere

Io vengo saltuariamente a Venezia dove possiedo un mini appartamento comperato 15 anni fa. Amo Venezia la sua storia i suoi scorci e la sua arte. Mi sono riconosciuto in essa essendo discendente da famiglia istro-veneta. Purtroppo negli ultimi anni Venezia...

Capodanno 2022 a Venezia e divieti: feste private con balli fino al mattino

“La serata continuerà fino alle 4:00”, “festa open bar dopocena”, “Dj set dance, revival, house”: con questi e altri slogan vengono pubblicizzati i vari party di Capodanno in programma nei palazzi e negli hotel di Venezia. Nonostante la “stretta” del Governo che...