Luca e Anastasia aggrediti a Roma per rapina. Il giovane tenta una reazione e gli sparano in testa: è in fin di vita

ultimo aggiornamento: 24/10/2019 ore 16:14

1388

chinatown di milano

Luca, un ragazzo di 25 anni è in fin di vita per un colpo di pistola alla testa subito durante una rapina nella tarda serata di ieri a Roma. E’ accaduto intorno alle 23.30 un via Teodoro Mommsen, in zona Caffarella.

I carabinieri hanno potuto ricostruire finora che il 25enne colpitp era in compagnia della fidanzata quando due uomini si sono avvicinati alle spalle, hanno colpito la ragazza alla testa con un oggetto contundente portandole via lo zaino.


Il fidanzato, personal trainer di una palestra, ha tentano una reazione per difendere la ragazza ma i delinquenti gli hanno sparato alla testa.

Il giovane è stato operato d’urgenza ma è tuttora in pericolo di vita.

Luca e Anastasia stavano passeggiando dirigendosi a piedi verso un pub. Entrambi soccorsi, sono stati trasportati in ospedale.


La ragazza, residente a Roma, ha riportato una contusione alla testa mentre il 25enne, italiano, ferito alla testa dal colpo di pistola lotta tra la vita e la morte.

Sull’aggressione a scopo di rapina indagano i carabinieri del Nucleo investigativo di via In Selci. Secondo dettagli trapelati i delinquenti avrebbero sparato più colpi, uno dei quali ha infranto anche un vetro del pub dove i ragazzi si stavano dirigendo.

Gli investigatori hanno acquisito tutte le registrazioni delle telecamere di videosorveglianza della zona.

Roma si interroga sul livello di delinquenza raggiunto se si può essere in pericolo anche solo per il fatto di passeggiare per strada.

Luca, personal trainer di 24 anni, è ora in prognosi riservata all’ospedale San Giovanni. Nello stesso ospedale anche la fidanzata Anastasia, che lavora come babysitter, per la contusione alla testa.
  
Aggiornamento 24/10/2019 h. 13.00

Luca Sacchi è morto.

Luca Sacchi è spirato attorno alle 12 nell’ospedale San Giovanni di Roma.

Il giovane ferito nella rapina di Roma, quando è stato soccorso dagli operatori del 118, era apparso subito in condizioni gravissime.

Trasportato d’urgenza all’ospedale San Giovanni, era stato anche sottoposto ad intervento chirurgico d’urgenza.

Nello stesso ospedale è stata accompagnata anche la fidanzata per la contusione alla testa.

Oggi il decesso.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here