Luca Abete e il tour #NonCiFermaNessuno a Padova

ultimo aggiornamento: 22/03/2016 ore 16:36

145

La seconda Edizione del Tour #NonCiFermaNessuno con Luca Abete, arriva il 9 marzo all’Università degli Studi di Padova. La platea di universitari è pronta ad accogliere il popolare inviato di Striscia la Notizia. Tantissimi studenti sono in mobilitazione per partecipare all’iniziativa, che si svolge in modo itinerante a livello nazionale. L’Ateneo sarà coinvolto in questo modo nel progetto nato nel 2014 che intende offrire ai giovani una prospettiva diversa sul futuro creando una community dell’entusiasmo, il tutto con una finalità benefica.

L’incontro di Luca Abete con gli studenti dell’università si terrà il 9 marzo, alle ore 16.30, Aula M via del Santo 26 Padova Dipartimento di scienze politiche, giuridiche e studi internazionali – Università degli studi di Padova. L’evento è aperto a tutti gli studenti, i docenti e gli spettatori che potranno così assistere a una coinvolgente e interattiva lezione di ottimismo, durante la quale saranno proiettati anche video dal grande impatto motivazionale.

Il progetto, dopo il successo di numeri della scorsa edizione (15 tappe e più di 10mila studenti coinvolti), attraversa di nuovo la penisola visitando diverse università e scuole d’Italia. Quest’anno, tra le tappe nel nord Italia, tocca anche la città di Padova per coinvolgere la brillante comunità di studenti universitari e tutti i docenti che vorranno sostenere il progetto e si rivedono nel motto del tour: “Chi osa raggiunge ogni cosa”.
Questo originale format, ideato dall’inviato di Striscia la Notizia Luca Abete, intende raccogliere i sogni, le storie e le speranze degli studenti, creare connessioni tra università e mondo del lavoro e motivare i giovani a non lasciarsi abbattere dalla crisi e dalle difficoltà. Quest’anno, inoltre, per ogni selfie sorridente che esprimerà il messaggio #NonCiFermaNessuno e che sarà caricato sull’app e sul sito www.noncifermanessuno.org, verranno donati pacchi di pasta al Banco Alimentare. L’iniziativa sta raccogliendo tantissimi consensi, e infatti mancano pochi contributi per raggiungere il traguardo dei 10mila pacchi di pasta che serviranno a chi ne ha più bisogno.


Come funziona la giornata-evento? Dalla mattina, l’università ospiterà, in un’area dedicata, i desk dell’iniziativa e delle numerose aziende partner che partecipano al progetto e offrono gadget, informazioni e possibilità di inserimento lavorativo. Poi alle 16.30 arriverà lui, Luca Abete, che con il suo entusiasmo caricherà gli studenti: il suo sarà un evento originale, durante il quale l’inviato di Striscia la Notizia, partendo dalla sua esperienza personale, dialogherà con i ragazzi dando loro utili consigli per affrontare la vita con ottimismo e non arrendersi davanti alle difficoltà. Tra video, selfie, raccolta di testimonianze, autografi finali e domande di rito, l’università si ritroverà travolta dall’entusiasmo dell’iniziativa, vivendo così una giornata indimenticabile.

Al progetto partecipano anche quest’anno vari partner tra cui: ASUS, il Centro di Ricerca e Servizi Impresapiens – Università La Sapienza, PoliEco, Tecnocasa, Best Western Italia, Pasta Antonio Amato e Pasta Lori, Banco Alimentare, MyWeb School, Uisp, E.b.esse, Radio 105 (radio ufficiale) e Uninews24.

06/03/2016


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here