Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
2.6C
Venezia
mercoledì 03 Marzo 2021
HomeCittà Metropolitana di VeneziaMorire in solitudine: storia di Livia. Nessuno si occupa dei suoi funerali da tre mesi

Morire in solitudine: storia di Livia. Nessuno si occupa dei suoi funerali da tre mesi

Morire in solitudine: storia di Livia. Nessuno si occupa dei suoi funerali

Una storia di solitudine, un corpo di donna che giace da tre mesi nella cella mortuaria dell’Ospedale di Dolo.

92 anni di vita e nessun parente rintracciato per il riconoscimento del corpo, quasi un secolo di invisibilità a raccontare la vita di Livia Rigon di Pianiga, ex ausiliaria di quell’ospedale che ora “conserva” il suo corpo in una cella frigorifera da tre mesi e che probabilmente dovrà ancora attendere una qualche decisione istituzionale per la sua sepoltura.

Livia Rigon si ammala nella sua abitazione a Pianiga, si aggrava, viene trasportata in Ospedale a Dolo e dopo qualche giorno, muore. La signora è vedova e non ha figli, e a quanto pare neanche parenti o amici che si interessino a lei, al suo destino.

Solo una vicina coetanea di Livia si accorge della sua assenza, si informa e una volta saputo della sua morte dall’ospedale, vorrebbe assistere alla cerimonia funebre. L’assenza di un necrologio o di un’epigrafe, sembra chiudere in un silenzio agghiacciante il destino di una donna che è vissuta in solitudine e che la vecchiaia ha assegnato al silenzio e all’abbandono.

Il Comune di Pianiga, sollecitato dall’azienda sanitaria intraprende una ricerca, ma non trova nessun parente all’orizzonte nella storia di vita di Livia e così ora dovrà essere il Tribunale di Venezia a concedere il nullaosta alla sepoltura.

Sarà la legge a far giustizia su una vicenda triste, accompagnata dalla consapevolezza che spesso gli anziani muoiono in solitudine e come Livia non hanno nessuno che si curi di loro e se ne vanno senza far rumore.

Andreina Corso | 05/10/2016 | (Photo d’archive) | [cod anpia]

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

2 persone hanno commentato

  1. Aggiornati Marco! La solidarietà ed accoglienza è di moda solo per clandestini ed omosessuali..poi come in questo caso gente che ha lavorato onestamente viene ripagata in questo modo in Italia

  2. C’e’bisogno di aiuto e di aperture .E di meno giardini con recinti e siepi chiuse e ordinate.Servono solidarieta’e accoglienza.

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.