Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
3.8C
Venezia
domenica 07 Marzo 2021
HomesocietàItalia mai così vecchia: pochi figli e sempre più stranieri cittadini italiani

Italia mai così vecchia: pochi figli e sempre più stranieri cittadini italiani

Per l'Istat le acquisizioni di cittadinanza italiana mostrano un'evoluzione definita notevole: 29mila nel 2005, 66mila nel 2010, 178mila nel 2015 e una stima, per il 2016, di 205mila acquisizioni

centro anziani castello venezia enel staccata

Mai così pochi bambini nati in Italia: 474 mila nel 2016 secondo l’Istat, ancor meno dei 486 mila del 2015. Un dato che non può non allarmare: la fecondità è ridotta a 1,34 figli per donna, mentre l’identikit è quello di un Paese sempre più vecchio, 44,9 anni di media, e più longevo: primato alle trentine. E con questo quadro del Paese, sempre più gente pensa di scappare dall’Italia: triplicati i trasferimenti all’estero.

L’Italia non è mai stata così vecchia: ci troviamo in un Paese che invecchia sempre più, con una popolazione che diminuisce ma vede aumentare in modo costante l’età media, con un ultrasessantacinquenne ogni 5 abitanti, un calo storico delle nascite e un boom di trasferimenti all’estero. Non è un Paese per giovani quello che emerge dagli Indicatori demografici dell’Istat pubblicati oggi, nei quali l’istituto di statistica traccia le sue stime per l’anno 2016.

LA POPOLAZIONE SCENDE – Al 1 gennaio 2017, l’Istat stima che la popolazione ammonti a 60 milioni 579mila residenti, 86mila in meno sull’anno precedente. Il calo però non si presenta in tutte le regioni: nelle due più popolose, Lazio e Lombardia, si stima un incremento del 1,3 e del 1,1 per mille rispettivamente. La decrescita maggiore è invece in Basilicata (-5,7).

CALO STORICO DELLE NASCITE – Il record di minimo delle nascite del 2015 (486mila) è stato superato da quello del 2016, pari a 474mila. La riduzione, che a livello nazionale è del 2,4%, interessa tutto il territorio con l’eccezione della Provincia di Bolzano, che registra invece un incremento del 3,2%. Il numero medio di figli per donna, in calo per il sesto anno consecutivo, si assesta a 1,34, e si conferma la propensione delle donne ad avere figli in età matura (l’età media al parto è di 31,7 anni); è comunque al Nord che si fanno più figli, 1,4 per donna contro 1,31 del Centro e 1,29 del Sud.

UN NATO SU 5 HA MADRE STRANIERA – Nel 2016 il 19,4% dei bambini è nato da madre straniera, come nel 2015. I nati da cittadine straniere sono 92mila (-2,2%), mentre i nati da italiane sono 382mila (-2,4%).

IN CALO LA MORTALITA’ – Dopo il picco registrato nel 2015 con 648mila casi, sono 608mila i decessi nel 2016 (-6%), una riduzione che interessa tutte le regioni ma è particolarmente accentuata in Liguria e Molise. La speranza di vita alla nascita ha recuperato terreno, assestandosi per gli uomini a 80,6 anni e per le donne a 85,1 anni. Ma le differenze sul territorio persistono, con i valori massimi nel Nord-est, dove gli uomini possono contare su 81,1 anni di vita media e le donne su 85,6; quelli minimi nel Sud (79,9 anni gli uomini e 84,4 le donne).

SEMPRE PIU’ VECCHI – Al 1 gennaio 2017 i residenti hanno un’età media di 44,9 anni, due decimi in più rispetto alla stessa data del 2016. Gli individui di 65 anni e più superano i 13,5 milioni e rappresentano il 22,3% della popolazione totale; quelli di 80 anni e più sono 4,1 milioni (6,8%), mentre gli ultranovantenni sono 727mila (1,2%). Gli ultracentenari ammontano a 17mila.

IN 6 ANNI TRIPLICATE LE ‘FUGHE’ ALL’ESTERO – Nel 2016 si stima che circa 293mila persone siano arrivate in Italia e 157mila se ne siano andate, per un saldo migratorio netto con l’estero di 135mila persone. Ma se la maggior parte degli ingressi (88%) è dovuta a cittadini stranieri, la gran parte delle uscite riguarda italiani: 115mila connazionali si sono trasferiti all’estero l’anno scorso, in aumento del 12,6% rispetto al 2015, un numero triplicato in sei anni.

STABILE PRESENZA STRANIERA – Gli stranieri residenti sono 5 milioni 29mila (8,3% della popolazione), in lieve aumento (+2.500), la crescita più modesta degli ultimi anni. Un rallentamento dovuto, per l’Istat, anche alle acquisizioni di cittadinanza italiana, che mostrano un’evoluzione davvero notevole: 29mila nel 2005, 66mila nel 2010, 178mila nel 2015 e una stima, per il 2016, di 205mila acquisizioni.

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ciclista trovato morto a bordo strada a Sernaglia, forse investito e non soccorso

Trovato morto ciclista a bordo strada questa mattina. Si tratta di un uomo di 45 anni. Il deceduto è stato scoperto un paio d'ore fa al...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati
spot

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...

Vigili in monopattino: sono agenti in borghese

Vigili in monopattino elettrico. Una novità per la polizia locale e un supporto per il controllo delle zone a traffico limitato e pedonali. Anche a...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Covid Veneto mercoledì : +895

Riprendono a crescere i contagi Covid in Veneto. Sono 895 i nuovi positivi al virus in 24 ore, per un totale di 328.973 infetti...

Zaia, contagi in Veneto? “Segnali d’allarme”

Sull'andamento della pandemia in Veneto, "ci sono piccoli campanelli d'allarme, in linea con l'andamento nazionale" ha affermato il presidente del Veneto Luca Zaia. "La...

Trambusto a Piazzale Roma: straniero si denuda in tram e aggredisce tutti

Si denuda a bordo del tram e poi aggredisce il conducente e gli agenti: arrestato dalla Polizia locale a Piazzale Roma. Protagonista uno straniero che...
spot

Covid, limitazioni a Venezia: ordinanza anti-assembramenti

Riprendendo quanto disposto nei weekend passati, dalle ore 15 di oggi, venerdì pomeriggio, sarà in vigore l'ordinanza per la limitazione all’accesso di determinate strade...

Normative anti Covid ignorate: due negozi chiusi a Mestre

Le normative anti Covid in qualche occasione paiono diventate obsolete, invece continuano i controlli anche della Polizia locale di Venezia. Controlli nei quali sono incappati...

Draghi tra due fuochi: terza ondata contro pressing per riaperture

Mario Draghi tra due fuochi: da una parte la consapevolezza che sta crescendo la variante inglese, dall'altra è sotto pressing per le riaperture. Le...