7 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Lido, incendio sull’autobus a Santa Maria Elisabetta davanti al pontile C: resta lo scheletro. Danni all’imbarcadero

HomeincendioLido, incendio sull'autobus a Santa Maria Elisabetta davanti al pontile C: resta lo scheletro. Danni all'imbarcadero
la notizia dopo la pubblicità

autobus incendio lido vigili del fuoco
Lido, autobus prende fuoco nel piazzale Santa Maria Elisabetta e viene completamente distrutto davanti al pontile C.

E’ quasi mezzanotte al Lido di Venezia, quando un autobus del trasporto urbano, uno di quelli bianchi e azzurri, sta giungendo al capolinea, alla fermata nel piazzale di Santa Maria Elisabetta.

Viaggiatori a bordo non ce ne sono in quel momento, il conducente è solo, e in giro non si vede un’anima. Tutti sono a casa, sia per la tarda ora, sia perché in questi giorni le restrizioni per l’emergenza sanitaria da coronavirus impongono spostamenti limitati.

Il dipendente di Actv parcheggia il bus a Santa Maria Elisabetta e ben presto si accorge che qualcosa non va: uno strano odore e del fumo nero escono dal mezzo.

Immediato l’allarme ai vigili del fuoco, ma le fiamme sono veloci e nel giro di poco tempo divampano e divorano l’autobus. Il conducente tenta di afferrare un estintore e prova a spegnere l’incendio, ma senza riuscirci. Il rogo è fuori portata per un semplice estintore.

L’autobus in quel momento è parcheggiato davanti al pontile C del Lido, quello della linea 1 e della linea 2, ma anche della linea notturna. Fortunatamente però, nessuno in quel momento sta giungendo sull’isola. A fianco all’imbarcadero c’è quello della motonave per Punta Sabbioni.

E’ circa mezzanotte e un quarto quando i pompieri arrivano sul posto e intervengono alla fermata C di Santa Maria Elisabetta per spegnere l’incendio.

La squadra dei vigili del fuoco arriva dal locale distaccamento del lido, e utilizza la schiuma per abbassare e spegnere le fiamme, che ormai hanno completamente avvolto e distrutto il mezzo, lasciandone solo lo scheletro.

autobus incendio lido vigili del fuoco

Le fiamme sono alte e arrivano alle parti più vicine della struttura dell’imbarcadero che si estendono sulla strada, danneggiandone una parte.

Nel frattempo sul posto, oltre ai pompieri, arriva anche la polizia di stato.

Le operazioni di spegnimento e raffreddamento dell’autobus proseguono e terminano dopo circa due ore, mentre la rimozione della carcassa dell’autobus si svolge questa mattina, 16 aprile.

 <img src="https://www.lavocedivenezia.it/wp-content/uploads/e4485e99-afd5-40fe-8619-0452073a7b6b-1.jpg" alt="autobus incendio lido vigili del fuoco" width="580" height="366" class="alignnone size-full wp-image-88355" />

Da quanto si è potuto apprendere fino ad ora, le cause dell’incendio sono di probabile natura elettromeccanica e ora sono al vaglio dei vigili del fuoco. Forse un surriscaldamento dei motori o della batteria del mezzo.

L’autobus non è di quelli gialli, i più vecchi che si trovano al Lido, e ora resta da capire cosa abbia provocato il surriscaldamento e la combustione.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

“Vaporetto da Lido: 7,50 euro e ammassati come animali”

Riceviamo e pubblichiamo. La lettrice prende spunto da una segnalazione precedentemente ricevuta in cui si dice: "Centinaia di persone costrette a stiparsi all’interno di un imbarcadero chiuso nell’attesa di un vaporetto che passa ogni 30 minuti. È stato ridotto il numero di...

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...

Venditori abusivi e forze di polizia, il dibattito dei nostri lettori

Questo articolo qui sotto ha avuto la capacità di aprire un acceso dibattito tra alcuni nostri lettori in merito alla questione dei venditori ambulanti abusivi a Venezia. Tutte le posizioni sono rispettabili e dettate da valutazioni personali di logica e di coscienza...

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

“Vaporetto da Lido: 7,50 euro e ammassati come animali”

Riceviamo e pubblichiamo. La lettrice prende spunto da una segnalazione precedentemente ricevuta in cui si dice: "Centinaia di persone costrette a stiparsi all’interno di un imbarcadero chiuso nell’attesa di un vaporetto che passa ogni 30 minuti. È stato ridotto il numero di...

“Vi invidio colleghi sospesi, passerete Natale a casa”: la lettera di una dottoressa in prima linea. Di Andreina Corso

Lettera di una dottoressa che combatte il Covid in prima linea ai colleghi sospesi: "Passerete Natale con i cari e poi tornerete al lavoro"

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".