Lido, incendio sull’autobus a Santa Maria Elisabetta davanti al pontile C: resta lo scheletro. Danni all’imbarcadero

ultimo aggiornamento: 16/04/2020 ore 13:21

1565

autobus incendio lido vigili del fuoco
Lido, autobus prende fuoco nel piazzale Santa Maria Elisabetta e viene completamente distrutto davanti al pontile C.

E’ quasi mezzanotte al Lido di Venezia, quando un autobus del trasporto urbano, uno di quelli bianchi e azzurri, sta giungendo al capolinea, alla fermata nel piazzale di Santa Maria Elisabetta.

Viaggiatori a bordo non ce ne sono in quel momento, il conducente è solo, e in giro non si vede un’anima. Tutti sono a casa, sia per la tarda ora, sia perché in questi giorni le restrizioni per l’emergenza sanitaria da coronavirus impongono spostamenti limitati.


Il dipendente di Actv parcheggia il bus a Santa Maria Elisabetta e ben presto si accorge che qualcosa non va: uno strano odore e del fumo nero escono dal mezzo.

Immediato l’allarme ai vigili del fuoco, ma le fiamme sono veloci e nel giro di poco tempo divampano e divorano l’autobus. Il conducente tenta di afferrare un estintore e prova a spegnere l’incendio, ma senza riuscirci. Il rogo è fuori portata per un semplice estintore.

L’autobus in quel momento è parcheggiato davanti al pontile C del Lido, quello della linea 1 e della linea 2, ma anche della linea notturna. Fortunatamente però, nessuno in quel momento sta giungendo sull’isola. A fianco all’imbarcadero c’è quello della motonave per Punta Sabbioni.


E’ circa mezzanotte e un quarto quando i pompieri arrivano sul posto e intervengono alla fermata C di Santa Maria Elisabetta per spegnere l’incendio.

La squadra dei vigili del fuoco arriva dal locale distaccamento del lido, e utilizza la schiuma per abbassare e spegnere le fiamme, che ormai hanno completamente avvolto e distrutto il mezzo, lasciandone solo lo scheletro.

autobus incendio lido vigili del fuoco

Le fiamme sono alte e arrivano alle parti più vicine della struttura dell’imbarcadero che si estendono sulla strada, danneggiandone una parte.

Nel frattempo sul posto, oltre ai pompieri, arriva anche la polizia di stato.

Le operazioni di spegnimento e raffreddamento dell’autobus proseguono e terminano dopo circa due ore, mentre la rimozione della carcassa dell’autobus si svolge questa mattina, 16 aprile.

 <img src='https://cdn.shortpixel.ai/client/q_lqip,ret_wait,w_580,h_773/https://www.lavocedivenezia.it/wp-content/uploads/5b7e295d-050d-497c-b3b4-6b6deb54a031.jpg' data-src="https://www.lavocedivenezia.it/wp-content/uploads/e4485e99-afd5-40fe-8619-0452073a7b6b-1.jpg" alt="autobus incendio lido vigili del fuoco" width="580" height="366" class="alignnone size-full wp-image-88355" />

Da quanto si è potuto apprendere fino ad ora, le cause dell’incendio sono di probabile natura elettromeccanica e ora sono al vaglio dei vigili del fuoco. Forse un surriscaldamento dei motori o della batteria del mezzo.

L’autobus non è di quelli gialli, i più vecchi che si trovano al Lido, e ora resta da capire cosa abbia provocato il surriscaldamento e la combustione.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here