3.1 C
Venezia
sabato 04 Dicembre 2021

Lido, incendio ai Murazzi: paura per le fiamme alte vicino alle Terre perse

HomeLido di VeneziaLido, incendio ai Murazzi: paura per le fiamme alte vicino alle Terre perse
la notizia dopo la pubblicità

Lido, incendio ai Murazzi: paura per le fiamme alte vicino alle Terre perse

Lido, incendio ai Murazzi. Attimi di paura sull’isola veneziana per il rogo di un canneto che a causa del forte vento si è presto propagato con fiamme molto alte.

E’ successo un paio d’ore fa vicino alle Terre perse, ma le operazioni dei vigili del fuoco sono ancora in corso.

Fortunatamente non risultano feriti.

Pare che l’allarme sia scattato verso le 21, quando qualcuno ha notato fumo nero arrivare dalla zona dei Murazzi, uno dei luoghi più gettonati d’estate per prendere il sole vicino agli scogli.

Due squadre dei vigili del fuoco si sono precipitate in via Bernardino Stagnino, poco distante da dove si è propagato l’incendio.

Una vota arrivati sul posto, gli operatori si sono ben presto accorti che la situazione era complicata: l’incendio era già piuttosto avanzato e le fiamme già molto alte a causa delle sterpaglie sparse nell’area che avevano alimentato le fiamme, ma anche delle forti raffiche di vento. Il forte vento si è visto infatti per tutta la giornata di oggi e oltre a propagare il rogo ha reso più difficili le operazioni di spegnimento.

Alte le colonne di fumo nero che si avvistavano anche a distanza e hanno creato allarme e paura tra i lidensi, soprattutto tra gli abitanti della zona.

Dopo un paio d’ore, con due autopompe e con fatica, i pompieri sono riusciti a domare l’incendio ma le operazioni di messa in sicurezza sono ancora in corso. Restano da capire cosa abbia provocato la prima scintilla, quindi quali possano esser state le cause dell’incendio. Le ipotesi sono al vaglio dei vigili del fuoco.

Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha pubblicato il video dell’incendio sul suo profilo Facebook commentando la buona riuscita delle operazioni di spegnimento: “Incendio quasi domato di un canneto al Lido – ha scritto il primo cittadino – Il forte vento ha fatto sì che fenomeno si diffondesse velocemente e fosse particolarmente visibile”.

“Comunque le fiamme – aggiunge Brugnaro – non sono mai arrivate vicino ad abitazioni. Le squadre stanno ultimando intervento che comunque è sotto controllo”

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

La manifestazione di Venezia contro il vaccino: siringhe come carri armati

La difesa ferrea delle proprie convinzioni, ha scatenato gli oltre mille manifestanti contrari al vaccino e alla certificazione verde e li ha trasformati in oratori e attori impegnati a interpretare un copione pieno di riferimenti storici e di accenti letterari e...

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...

“Vaporetto da Lido: 7,50 euro e ammassati come animali”

Riceviamo e pubblichiamo. La lettrice prende spunto da una segnalazione precedentemente ricevuta in cui si dice: "Centinaia di persone costrette a stiparsi all’interno di un imbarcadero chiuso nell’attesa di un vaporetto che passa ogni 30 minuti. È stato ridotto il numero di...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

Jesolo: cani in spiaggia, perché in pochi rispettano le regole? Perché nessuno le fa rispettare?

Come ogni anno, decido di trascorrere qualche giorno di vacanza a Jesolo con la mia compagna e il nostro bimbo di un anno e mezzo. Dato che non abbiamo esigenze particolari, andiamo in spiaggia libera, in modo da avere più spazio...

Non si è vaccinato: sospeso medico di base di Venezia, Castello

Salvatore Di Prisco, medico di base con ambulatorio a Venezia, nel sestiere di Castello, è stato sospeso dalla professione fino al 31 dicembre dal suo Ordine professionale. Il medico, molto preparato, con 34 anni di anzianità, con specializzazioni in otoiatrica e grande...

Tornelli a Venezia nel 2022 perché quest’anno è invasione di turisti

Venezia quest'anno sta subendo una vera e propria invasione di turisti, tornati in massa come e più del 2019, per questo dal 2022 arriveranno i "tornelli". La misura è stata annunciata dal sindaco, assieme alla prenotazione e ad una 'app'....

Aveva fermato la rapina in banca, guardia giurata condannata e deve risarcire il ladro

Lui una guardia giurata, Marco D. L'altro un rapinatore, Giorgio A., preso mentre fuggiva con il bottino dalla banca Unicredit di Cavallino Treporti che aveva appena assaltato con alcuni complici. Una storia che va avanti da 10 anni nei corridoi e nelle...

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...