pubblicità
pubblicità
10.9 C
Venezia
martedì 20 Aprile 2021
HomearrestiLe telecamere li inchiodano, arrestati i rapinatori della Giudecca

Le telecamere li inchiodano, arrestati i rapinatori della Giudecca

Indagati per tre rapine aggravate, i 4 rapinatori della “banda della Giudecca” sono stati arrestati stamattina in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Venezia. I quattro, che avrebbero costituito un vero e proprio sodalizio, sono accusati di aver commesso tre rapine aggravate in centro storico e alla Giudecca nei mesi scorsi.

L’attività d’indagine, diretta dalla Procura della Repubblica veneziana, ha permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei loro confronti, cittadini italiani che hanno agito con il medesimo modus operandi ai danni di vittime accerchiate e malmenate, alle quali sono state sottratte ingenti somme di denaro: nel primo caso mille euro circa, e diecimila euro invece nel secondo episodio.

Particolarmente cruente sono state le due rapine portate a termine alla Giudecca, nel corso delle quali i malviventi avevano pedinato i malcapitati prima di entrare in azione, coprendosi il volto con indumenti e cappucci, facilitati in questo anche dall’uso delle mascherine chirurgiche.

Ricollegando i due episodi, che avevano elementi comuni in relazione al numero dei malviventi e alle modalità adoperate, i carabinieri hanno raccolto gravi indizi in ordine all’identificazione dei quattro, tramite la visione delle immagini dei sistemi di video sorveglianza e informazioni ricevute dalle vittime e da testimoni che, terrorizzati, hanno assistito agli episodi delittuosi.

Proficua è stata anche in questo caso la collaborazione dei carabinieri con la polizia locale di Venezia, per la rapida e precisa estrapolazione delle immagini dalle telecamere che sorvegliano la realtà lagunare. Ad uno dei quattro indagati, inoltre, è stata contestata una rapina con l’utilizzo di un coltello ai danni di un supermercato nel centro storico in quella circostanza il bottino è stato di 50 euro. I quattro arrestati sono stati portati in carcere.

Si conclude così l’indagine che ha portato oggi all’arresto delle 4 persone indagate per le tre rapine aggravate commesse alla Giudecca e in centro storico tra ottobre e novembre del 2020 con l’importante il contributo fornito dal sistema integrato di video sorveglianza della Polizia Locale.
Stamani all’alba è scattato il blitz da parte dei militari dell’Arma coordinato dalla Procura della Repubblica veneziana che ha permesso di assicurare alla giustizia i responsabili delle tre rapine, di cui due cruente avvenute alla Giudecca.
Ricollegando i due episodi, tramite la visione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza delle zone interessate messe a disposizione dalla Polizia Locale e ad alcune testimonianze, è stato infatti possibile acquisire gravi indizi per incastrare i colpevoli.

“Ringraziamo l’Arma dei Carabinieri per la loro costante attività contro i reati predatori che ha portato all’individuazione e all’arresto dei responsabili delle rapine avvenute alla Giudecca e a Venezia l’autunno scorso – è il commento dell’assessore comunale alla sicurezza Silvana Tosi – L’operazione conferma la proficua collaborazione ormai consolidata tra la nostra Polizia Locale e l’Arma su più fronti che ha come unico obiettivo quello di garantire sempre la massima sicurezza dei cittadini.
Il risultato dell’indagine – prosegue Tosi – è un’ulteriore testimonianza dell’utilità del sistema di video sorveglianza comunale utilizzato dal nostro Comando tramite il Centro Operativo Telecomunicazioni, che si ripropone costantemente come un indispensabile strumento investigativo multiruolo per tutte le problematiche di sicurezza urbana. Proprio le registrazioni delle telecamere di video sorveglianza sono risultate indispensabili anche in altre attività investigative congiunte portate a termine dalla nostra Polizia Locale e dai Carabinieri che hanno consentito l’individuazione degli autori di aggressioni e risse sia in centro storico che nella terraferma”.

La condivisione info-investigativa e l’operatività congiunta tra Forze dell’Ordine e Polizia Locale nei settori di rilievo per la sicurezza urbana, si rivelano sempre più strumenti moderni ed efficaci.

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
Advertisements
sponsor