mercoledì 19 Gennaio 2022
7.6 C
Venezia

Ex lavanderia di San Pantalon rifugio per abusivi: barricati dentro e la gente non si accorgeva di nulla

HomeAbusivismoEx lavanderia di San Pantalon rifugio per abusivi: barricati dentro e la gente non si accorgeva di nulla

Abusivi rintanati nell’ex lavanderia a gettone di San Pantalon.
Davanti a quell’attività chiusa da tempo, nel sestiere di Dorsoduro, nel centro storico veneziano, ci passano ogni giorno varie persone, ma nessuno si era fermato ad osservare. Eppure, bastava avvicinarsi alle vetrine impolverate dell’ex attività di lavaggio self-service per scorgere dei materassi buttati a terra, e non solo.
Le porte della vecchia bottega però erano chiuse, o almeno così sembrava.

In realtà, l’ingresso era solo bloccato: alcune assi di legno erano fissate sulla porta, dall’interno, per tenerla chiusa. Qualcuno nella zona però ha notato uno strano viavai nella vecchia lavanderia e così è scattato prima il controllo e poi l’intervento degli agenti, quelli del Nucleo Pronto Impiego centro storico e isole e quelli della polizia di prossimità di Dorsoduro e San Polo della Polizia locale. Hanno dovuto forzare la porta per riuscire ad entrare nell’ex attività di lavaggio e la situazione all’interno era terribile, delle più insalubri: oltre ai materassi a terra, nella stessa stanza c’erano indumenti e rifiuti, sporcizia ed escrementi.

Due uomini, di nazionalità tunisina, sono stati trovati all’interno, ma non erano gli unici “inquilini”. Da quanto gli agenti hanno potuto constatare nell’ex lavanderia dormivano più persone. Si erano nascoste, rintanate nella vecchia bottega in disuso, chiusa da tempo, diventata il loro rifugio.
Non è chiaro da quanto il gruppo si trovasse lì: giorni, settimane, forse mesi, proprio nel periodo dell’emergenza sanitaria da coronavirus che impediva gli spostamenti tra comuni e regioni.
Nello stesso periodo nel centro storico veneziano erano state chiuse numerose attività commerciali. E tra le serrande abbassate e il poco passaggio, i movimenti degli ospiti abusivi inizialmente sono passati inosservati.

Gli agenti hanno fermato i due tunisini e li hanno accompagnati alla sede centrale del Comando di Polizia municipale all’isola nuova del Tronchetto, per identificarli. Tra le persone trovate all’interno, una è stata denunciata perché irregolare sul territorio italiano.
L’ex lavanderia era diventata una sorta di giaciglio temporaneo. Non è chiaro da quanto tempo il gruppetto avesse trovato rifugio all’interno, e soprattutto quanto avrebbero potuto rimanervi.
L’immobile è stato ora liberato e chiuso dalla proprietà, ignara di quanto stava accadendo all’interno dell’ex lavanderia.

Giorgia Pradolin

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

Se un lavoratore ha l’Indennità di Disoccupazione e al tempo stesso lavora «in nero» cosa accade?

Al lavoratore che ha reso all'INPS o al Centro per l'Impiego la dichiarazione dello stato di disoccupazione può essere contestato il reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p.) che prevede la sanzione della reclusione fino a due anni.

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore

Non si è vaccinato: sospeso medico di base di Venezia, Castello

Salvatore Di Prisco, medico di base con ambulatorio a Venezia, nel sestiere di Castello, è stato sospeso dalla professione fino al 31 dicembre dal suo Ordine professionale. Il medico, molto preparato, con 34 anni di anzianità, con specializzazioni in otoiatrica e grande...

Venezia: ecco le barche private per evitare il controllo della certificazione verde sui mezzi Actv

Laddove non si convince, si scatena la creatività e il far da sé. Barche private, iniziative dovunque, social scatenati, soprattutto tra chi vive nelle isole e deve recarsi al lavoro o accompagnare i figli a scuola: ognuno si organizza a modo...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Rottweiler entra nel ristorante e sbrana barboncino che stava sotto il tavolo della padrona

Scena drammatica ad Abano. Improvvisamente uno dei rottweiler della proprietaria del locale entra nella pizzeria dove ci sono i clienti che stanno mangiando e azzanna un cagnolino di piccola taglia che se ne stava accovacciato sui piedi della padrona. Ed è...

Ore 12, settanta persone al Pala Expo si alzano in piedi e si mettono a cantare: è il coro della Fenice che ringrazia il...

Come in un flash mob, bello perché sorprende ed emoziona. Improvvisamente e inaspettatamente 70 persone, che parevano in attesa del proprio turno, a mezzogiorno si sono alzate in piedi e si sono esibite per mezz'ora a sorpresa, in mezzo allo stupore degli...

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

Francesca e il lavoro delle pulizie: questo turismo a Venezia ha riportato la schiavitù

A seguito dell’articolo “Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo”, ci scrive una ragazza pronta a condividere con noi la sua esperienza. Francesca, nata e residente nel Centro Storico, lavora da 10 anni...

Ecco cosa si prova ad andar via dalla Venezia in cui si è nati. “Le lacrime durante il trasloco”. Lettere

In risposta alla lettera: “Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Di G.A. & D. Pugiotto La marsaria Quela matina del febraro sesantaoto Xe ga Liga la barca del Mario in fondamenta, e col careto del osto, che spussa de...