Venezia, ladri fermati dalla polizia ferrovia. Lite in stazione: spunta un coltello

ultimo aggiornamento: 16/07/2020 ore 17:17

941

Nigeriano fatto scendere perché senza biglietto denuncia capotreno: dipendente FFSS risponderà in tribunale
La polizia ferroviaria ha denunciato 2 persone per furto aggravato, e una di queste aveva borseggiato un ragazzo su un pontile dell’Actv.

Da alcuni giorni infatti i “Cittadini non distratti”, da sempre attenti ai ladri manolesta che girano per il centro storico, segnalano il ritorno di alcuni borseggiatori a Venezia, uomini di nazionalità straniera che si aggirano in zona stazione Santa Lucia, San Marco e Rialto.

L’altri ieri, martedì 14 luglio, ottantadue operatori della Polizia Ferroviaria in servizio al Compartimento Polizia Ferroviaria per il Veneto sono stati impegnati il nell’ambito della operazione “Rail Safe Day”, un’attività straordinaria di controllo effettuata in 23 scali ferroviari, ricadenti negli ambiti di competenza, e in altre 4 località sensibili, durante la quale sono state controllate quasi seicento persone.


L’operazione, disposta su tutto il territorio nazionale dal Servizio di Polizia Ferroviaria, era volta a tutelare l’incolumità degli utenti del mondo ferroviario, prevenendo ed eventualmente sanzionando comportamenti scorretti e pericolosi, quali l’incauto attraversamento dei binari, l’indebita presenza sulle linee ferroviarie o nei pressi dei passaggi a livello, il superamento della linea gialla adiacente ai binari.

In questo ambito gli operatori della Polizia Ferroviaria hanno inoltre denunciato all’Autorità Giudiziaria due uomini che si sono resi responsabili di furto aggravato.

Il primo, un italiano senza fissa dimora, è stato fermato nella stazione di Venezia-Mestre da una pattuglia Polfer, intervenuta a seguito della segnalazione di furto avvenuto nel vicino locale di ristorazione.


L’uomo, individuato nei pressi dei binari, è stato trovato in possesso della merce sottratta, ancora integra, che è stata restituita alla responsabile dell’esercizio commerciale, a carico dell’uomo sono risultati numerosi precedenti per reati contro il patrimonio.

Il secondo è un cittadino gambiano che lo scorso fine settimana aveva sottratto il portafoglio ad un ragazzo a Venezia, all’imbarcadero Actv, fermata Ferrovia.

L’attività di indagine, basata anche sull’analisi delle immagini estrapolate dal sistema di videosorveglianza, ha consentito al personale della Squadra di Polizia Giudiziaria di identificarlo e denunciarlo. Anche la vittima derubata ha riconosciuto lo straniero come l’autore del furto perpetrato a suo danno.

LITE CON COLTELLO IN STAZIONE
Sempre la Polfer ha fermato un trentenne di origini croate vicino alla stazione di Venezia S. Lucia.

L’uomo è stato e denunciato all’Autorità Giudiziaria per lesioni gravi e ingiustificato possesso di oggetti atti ad offendere: l’uomo infatti, nel corso di una lite, aveva ferito con un coltello un senzatetto, subito soccorso dagli operatori Polfer.

Nel pomeriggio della stessa giornata, gli uomini della Polizia Ferroviaria hanno denunciato una trentasettenne veneziana, resasi colpevole di furto aggravato commesso all’interno di un esercizio commerciale ubicato nei pressi della stazione di Venezia S. Lucia.

L’analisi delle immagini estrapolate dal sistema di video sorveglianza ha permesso agli operatori di identificare la responsabile del reato, che è stata successivamente rintracciata e deferita all’Autorità Giudiziaria.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here