19.8 C
Venezia
mercoledì 28 Luglio 2021

La tristezza e l’incontro con un amico

HomesentimentiLa tristezza e l’incontro con un amico

Malessere.
Che cosa c’è? C’è che la tristezza talvolta ci assale e ci guardiamo intorno desolati, alla ricerca di un senso che ci dica che la fiducia negli altri non si è smarrita, e che quel malessere che fatichiamo a esprimere in parole, magari domani passerà.
E poi riflettiamo ancora: e se anche gli altri pensassero così di noi? Tanti mesi in solitudine ci hanno resi più ostili, più diffidenti? Oppure è la paura che acceca la limpidezza del pensiero che si fa a volte astratto, altre ottuso, che cosa c’è?
C’è che pensando ai nostri figli, ai nostri nipoti, ai bambini, ai giovani, temiamo il domani, sentiamo che tutto è cambiato in un apparente stato di cose che assomiglia a un tempo lontano, dove si viveva l’illusione di poter vivere in una società amica, dove ci si vuole bene e ci si comprende.
Eppure molti di noi ricordano le difficoltà di un tempo di povertà, di restrizioni, di sacrifici.
Ricordano la solidarietà, quella vera. O forse è il ricordo, con le sue afasie a consolare la tristezza della nostalgia del reciproco aiuto.

Benessere.
Che cosa c’è? C’è che l’incontro con un amico che non si vedeva da tempo, ha cambiato il colore al cielo e ha acceso la speranza.
Che bello e che consolatorio potersi parlare, guardare, sentirsi raccontare gli eventi della vita, le piccole e le grandi delusioni.
Ma anche la gioia di una risata, di una confessione, di un’idea bislacca e persino saggia.
Un incontro sereno e grato, ti ricorda i gatti, i cani, la laguna e i suoi colori, è bello tutto quando s’incontra un amico.
Sono belli gli alberi di Mestre, mostrano braccia aperte e generose per donare il benessere che stavamo cercando.
Uno, due, tre paia di braccia per ognuno di noi, come fiori di ginestra in un prato verde che conosce e ama la terra.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.