10.1 C
Venezia
giovedì 28 Ottobre 2021

La tristezza e l’incontro con un amico

HomesentimentiLa tristezza e l’incontro con un amico

Malessere.
Che cosa c’è? C’è che la tristezza talvolta ci assale e ci guardiamo intorno desolati, alla ricerca di un senso che ci dica che la fiducia negli altri non si è smarrita, e che quel malessere che fatichiamo a esprimere in parole, magari domani passerà.
E poi riflettiamo ancora: e se anche gli altri pensassero così di noi? Tanti mesi in solitudine ci hanno resi più ostili, più diffidenti? Oppure è la paura che acceca la limpidezza del pensiero che si fa a volte astratto, altre ottuso, che cosa c’è?
C’è che pensando ai nostri figli, ai nostri nipoti, ai bambini, ai giovani, temiamo il domani, sentiamo che tutto è cambiato in un apparente stato di cose che assomiglia a un tempo lontano, dove si viveva l’illusione di poter vivere in una società amica, dove ci si vuole bene e ci si comprende.
Eppure molti di noi ricordano le difficoltà di un tempo di povertà, di restrizioni, di sacrifici.
Ricordano la solidarietà, quella vera. O forse è il ricordo, con le sue afasie a consolare la tristezza della nostalgia del reciproco aiuto.

Benessere.
Che cosa c’è? C’è che l’incontro con un amico che non si vedeva da tempo, ha cambiato il colore al cielo e ha acceso la speranza.
Che bello e che consolatorio potersi parlare, guardare, sentirsi raccontare gli eventi della vita, le piccole e le grandi delusioni.
Ma anche la gioia di una risata, di una confessione, di un’idea bislacca e persino saggia.
Un incontro sereno e grato, ti ricorda i gatti, i cani, la laguna e i suoi colori, è bello tutto quando s’incontra un amico.
Sono belli gli alberi di Mestre, mostrano braccia aperte e generose per donare il benessere che stavamo cercando.
Uno, due, tre paia di braccia per ognuno di noi, come fiori di ginestra in un prato verde che conosce e ama la terra.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Andreina Corso
Cittadina 'storica' di Venezia, si occupa della città e della sua cronaca. Cura gli approfondimenti, è giornalista, insegnante, autrice letteraria, poetessa.

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements