Karsdorp, rottura del crociato: stop di 5-6 mesi. Era appena rientrato

Rick Karsdorp, giovane terzino olandese acquistato in estate dal Feyenoord per la cifra di 14 milioni più bonus dalla società capitolina, esordiva ieri con la maglia giallorossa nel match tra Roma e Crotone, vinta dai padroni di casa per 1-0 grazie ad un rigore che ha acceso polemiche. Karsdorp era stato operato al ginocchio in estate, motivo per cui il suo esordio era stato posticipato in modo che potesse recuperare del tutto e con calma, senza forzare i tempi. Il giovane olandese non è riuscito a giocare nemmeno una partita interamente: dopo 82 minuti, un altro infortunio all’altro ginocchio lo ha costretto a lasciare il campo.

La sfortuna ha deciso di accanirsi sul 22enne della Roma; nel comunicato ufficiale pubblicato dalla società si legge che l’esame effettuato «ha confermato la rottura del crociato anteriore del ginocchio sinistro», che costringerà il ragazzo a stare ai box fino alla prossima primavera. Il comunicato è stato diffuso dopo che il giocatore si era sottoposto ad un controllo a Villa Stuart con lo specialista Prof. Mariani. Karsdorp era uscito ieri dall’Olimpico con evidenti difficoltà nel camminare e con una borsa del ghiaccio, alimentando i timori che potesse essere qualcosa di grave.

Maledizione Roma – Sfortunatamente per la Roma, non si tratta di un caso isolato. Negli ultimi anni, infatti, i giocatori della Roma sono stati spesso soggetti ad infortuni del genere, tra cui Mario Rui, Pellegrini, Emerson e Rüdiger; quello di Rick Karsdorp è dunque solo l’ennesimo di una lunga serie di infortuni al crociato per i tesserati della società; nello specifico sono stati ben undici i casi negli ultimi 2 anni. In questa stagione già altre società hanno perso giocatori importanti a causa di questo tipo di infortunio, come il Napoli con Arek Milik ed il Milan con Andrea Conti.

Resta da vedere se la Roma deciderà di muoversi sul mercato a gennaio per cercare un sostituto, poiché al momento la squadra è impegnata su più fronti oltre al campionato, ovvero la Champions League, dove è al secondo posto in un girone che comprende anche squadre preparate come Chelsea e Atlético Madrid, e la Coppa Italia. Probabilmente Monchi cercherà un rimpiazzo low-cost per sostituire almeno numericamente Karsdorp e per dare un po’ più di respiro ai titolari. Nel frattempo, la Roma dovrà far giocare Florenzi in posizione più arretrata (ruolo che comunque sa ricoprire) e contare su Bruno Peres per quanto riguarda la fascia destra.

Federico Baldan

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here