30.7 C
Venezia
mercoledì 23 Giugno 2021

Italia sfida gli svedesi, Zaza si ferma in allenamento

HomeCalcioItalia sfida gli svedesi, Zaza si ferma in allenamento

Per l'Italia alcune defezioni dell’ultimo minuto: Spinazzola e Zaza

Italia - Germania stasera, amichevole ma c'è aria di rivincita

Tutta Italia attende con trepidazione l’andata dei play off per qualificarsi al prossimo Mondiale di Russia, una sfida da giocarsi in 180’ contro la Svezia, che già ci aveva fatto il “biscotto” che ci aveva eliminato da Euro 2004. Il 2-2 tra Svezia e Danimarca é peró un lontano ricordo, e la Nazionale guidata da Ventura si appresta ad affrontare una sfida sicuramente complicata ma non impossibile, data la superioritá dei mezzi tecnici a disposizione del ct azzurro.

L’ultimo confronto tra Italia e Svezia risale all’ultimo Europeo, dove trionfammo 1-0 con gol di Eder; il ct era allora Antonio Conte, ma molti che giocarono quella partita sono tuttora parte del gruppo, dall’evergreen Buffon a Candreva, passando per la BBC. In quella Svezia c’era Ibrahimovic, che stavolta non sará della partita ed é un’assemza che peserá molto sull’attacco avversario.

Per gli azzurri ci sono alcune defezioni dell’ultimo minuto: Spinazzola infatti non si é allenato a causa di un problema muscolare, ma partirà comunque per Stoccolma insieme agli altri. Un altro che non riuscirà a recuperare per giocare è Zaza, il quale pare essersi ritrovato negli ultimi mesi al Valencia, dove ha collezionato ottime prestazioni ed ha contribuito con i suoi gol a portare la squadra iberica al secondo posto in classifica, dietro solo al Barcellona. La voglia di riscattare quell’errore dal dischetto agli Europei sarà importante in vista della partita di ritorno, sperando che il problema al ginocchio che lo sta tenendo ai box si risolva.

Partirá per la Svezia anche Tavecchio, presidente federale, che ha speso parole importanti per la squadra: le sue dichiarazioni riflettono l’entusiasmo e le buone sensazioni che si provano riguardo la qualificazione, echeggiate dalle affermazioni dei calciatori che daranno tutto in campo per la maglia e per mantenere alto l’onore di vestire l’azzurro. Ci si aspetta molto da Verratti, chiamato a dimostrare il suo valore in Nazionale dopo l’addio al calcio di Pirlo, di cui é sempre stato considerato da molti come l’erede naturale. Un paragone che pesa ma che puó fungere da stimolo al talento ex Pescara per prendere in mano le chiavi del centrocampo azzurro, con Verratti che non é ancora riuscito a ripetere le prestazioni fenomenali di quando indossa la maglia del PSG.

Ancora in dubbio il modulo, tra il 4-2-4 utilizzato praticamente sempre da Ventura e un 3-5-2 che permise all’Italia di vincere all’Europeo ma che richiederebbe il sacrificio di Insigne, uno dei oiú in forma in questo inizio di campionato.

Sará il campo a dare una risposta ai quesiti del ct, in 180 minuti in cui bisognerá dimostrare la maturitá necessaria per la qualificazione alla competizione piú importante.

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor