spot_img
12.7 C
Venezia
sabato 23 Ottobre 2021

Italia – Inghilterra, finale e maxischermi

HomeEuropei di calcioItalia – Inghilterra, finale e maxischermi

L’entusiasmo per la finale tra Italia e Inghilterra di questi campionati europei, aveva illuso i tifosi di potersi godere la partita dai maxischermi, nelle piazze e negli spazi all’aperto, ma la ragionevolezza della prefettura e dei Comuni, allarmati per il lieve e indesiderato aumento della variante Delta, ha indotto a non rischiare assembramenti e quindi alla rinuncia.
E anche i festeggiamenti per i campioni che tutti sperano vincano sull’Inghilterra, dovranno tener conto, per quanto possibile, di questa realtà, che neppure la gioia, o la delusione potrà ignorare.
Brindare in eccesso e assembrati da vincitori o da sconfitti, non si potrà, perché un’ordinanza anti movida vieterà la vendita di alcolici fin dal primo pomeriggio di domenica. E men che mai si potrà girare con bottiglie e bicchieri in mano. Si berrà soltanto nei pubblici esercizi e nei plateatici autorizzati allo scopo.

 

 

Sono molte e crescono le piazze del Nord Est che domenica la partita non la potranno proiettare dal maxischermo, e questa è anche la conseguenza, sia dei comportamenti liberamente irresponsabili di troppi tifosi, sia della paura dei contagi, che nelle ultime settimane sembrava essere uscita dall’orizzonte dei nostri pensieri, mentre circola la notizia dell’opportunità di sottoporsi a un terzo vaccino.
L’ordinanza, il divieto, in fondo nasce da un eccesso che sostituisce la responsabilità individuale e collettiva. Laddove ci sarà un maxischermo ci sarà anche un numero controllato di spettatori.
A Treviso sono vietati maxi-schermi in piazze e plateatici: così ha deciso il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato dal prefetto Maria Rosaria Laganá, molto irritata dagli assembramenti di martedì sera. 

 

 

Jesolo abbraccia a tutto titolo un comportamento prudenziale e rigoroso.
Il sindaco Valerio Zoggia è anch’egli contrario a rischiare situazioni evitabili e che potrebbero danneggiare tutta la popolazione. Quindi niente maxischermi neanche lì per evitare il ripetersi di quei festeggiamenti, senza mascherina che dopo la vittoria dell’Italia sulla Spagna, ha visto piazza Mazzini e il litorale caricate da un entusiasmo. . . di straordinaria disinvoltura e privo di inibizioni.

Il diritto alla gioia dei giovani, il sindaco lo comprende e lo sostiene, ma non può fare a meno di preoccuparsi della realtà che tutti abbiamo vissuto e viviamo. E che qualcosa avrebbe dovuto insegnarci.

Abolito anche a Padova il maxischermo in Prato della Valle, con pattugliamenti potenziati in tutta la città. Si prevedono migliaia di padovani nei locali, nei parchi e per le strade per assistere alla partita decisiva degli Europei. 

A Belluno sarà allestito un maxischermo al Parco Lambioi che ospiterà 200 persone ben distanziate, previo prenotazione obbligatoria (0437- 943164, da oggi a sabato), dalle 18.00 alle 20.00

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements