Calcio Venezia, vittoria con rimonta contro il Teramo

Il Venezia di Pippo Inzaghi sbanca l’Euganeo e tocca la Serie B. Vincendo il derby giocato in posticipo lunedì sera la squadra lagunare mette la ciliegina sulla torta di una stagione fantastica, condotta quasi sempre in testa alla classifica e iniziata il 10 luglio da Piancavallo con una formazione rinnovata per 20 elementi ma con al timone un fuoriclasse come “Superpippo” che ha accettato di scendere di categoria e ripartire dalla Lega Pro sposando il progetto del numero uno arancioneroverde che ambisce a riportare il club in serie A come ai tempi di Zamparini.

Il Venezia vince con un gol di Moreo in apertura di secondo tempo ma dimostra ampiamente nell’arco dei 90 minuti di meritare i tre punti contro un Padova volonteroso, determinato ma mai così pericoloso dalle parti di Facchin. La squadra di Inzaghi, da leader della classifica e da squadra che sa vincere, sfrutta invece al meglio una delle poche occasioni da rete che le lascia l’undici patavino e lo castiga gestendo poi il risultato e festeggiando alla fine sotto la curva con i suoi mille tifosi giunti da Venezia. Ora per la matematica promozione in serie cadetta manca solo un punto e potrebbe arrivare già sabato nell’anticipo pasquale allo stadio Peno contro il Fano.

«Posso solo dire che ho allenato un gruppo di giocatori fantastici in una piazza affamata di grande calcio – ha detto Inzaghi subito dopo il derby – Abbiamo fatto qualcosa di veramente grande. Un traguardo cercato, voluto, inseguito per il quale tutti, dal presidente al magazziniere hanno lavorato nell’arco della stagione. Ho accettato questa sfida in una categoria minore ma sono felice di aver potuto dimostrare che con la programmazione e con un ambiente che ti lascia lavorare i risultati arrivano».

ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000

Una settimana, questa di Pasqua, che potrebbe diventare storica per lo sport veneziano. Giovedì allo stadio Baracca il Mestre di Mauro Zironelli (sì lo stesso della promozione in A del Venezia del 1998 con Walter Novellino in panchina) si gioca la promozione in Lega Pro contro la Triestina, attualmente seconda in classifica.
Una festa, anche questa, attesa da tante settimane e a coronamento di un campionato di vertice in cui la squadra del presidente Stefano Serena, ha dimostrato tutto il suo valore fin dall’inizio. Un campionato giocato in “esilio” a Mogliano fino a poche settimane fa ma che adesso può essere festeggiato allo stadio Baracca ristrutturato e adeguato, strappato alla vendita su richiesta della città e del Mestre stesso dal sindaco Brugnaro. L’appuntamento per i tifosi arancioneri è giovedì alle 15 contro la Triestina.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here