Inter prima per una notte con la vittoria sulla Sampdoria

97

Inter batte Fiorentina 4-2

L’Inter sale temporaneamente a +1 sul Napoli, grazie al successo contro la Samp
Con una vittoria a San Siro per 3-2, i nerazzurri sono per una notte primi in classifica

Avvio di grande intensità. La Sampdoria inizia con il piglio giusto contro la favorita Inter, dimostrando di essersi presentata a Milano con l’intenzione di giocare a viso aperto. Molte le occasioni in avvio, da una parte e dall’altra; Quagliarella e Zapata ci provano ma senza inquadrare la porta, Candreva manca a lato di un soffio una staffilata da fuori area.

Al 18’ i padroni di casa trovano la via del gol: corner battuto da Candreva, spizzata di Vecino e l’ex Skriniar porta in vantaggio l’Inter. Dieci minuti più tardi, Perisic colpisce un palo incredibile quasi da centrocampo su rinvio sbagliato di Puggioni, che si ritrova il pallone tra le mani dopo che questo aveva sbattuto sul legno.

Al 32’ Icardi si coordina in maniera eccelsa su un rinvio di testa sbagliato da Silvestre e fa partire un tiro insidioso sul quale il portiere degli ospiti non riesce ad arrivare: è 2-0 Inter, che sembra essere in controllo della partita.

Lo stesso Icardi colpisce un altro palo di testa, mentre i blucerchiati non riescono a trovare le contromisure per i continui attacchi degli esterni di Spalletti. Al rientro dagli spogliatoi, il capitano nerazzurro porta sul 3-0 i suoi, sfruttando un assist di Perisic che si era proposto bene sulla destra senza essere seguito dai difensori avversari. A dimostrazione della netta superiorità dell’Inter in questa fase, Perisic colpisce la traversa da posizione defilata, portando il conteggio dei pali a tre.

La Samp ci mette il cuore – I cambi di Giampaolo fanno subito la differenza: fuori uno spento Zapata per Kownacki, già in gol nel finesettimana nella vittoria per 5-0 contro il Crotone, a cui bastano 7 minuti per infilare il pallone alle spalle di un Handanovic non perfetto nel coprire il primo palo.

Da qui in poi la squadra di Ferrero prende coraggio ed inizia a credere alla rimonta, pur con ritmi non altissimi anche per via della stanchezza. Nel finale la Samp trova il gol con un colpo di testa di Quagliarella, che stacca su assist di Praet anticipando il difensore e battendo il portiere serbo con la rete che fissa il 3-2 finale per i padroni di casa.

Nerazzurri in vetta per una notte. In attesa della partita di domani del Napoli, l’Inter si gode il momentaneo primo posto solitario, confermando l’ottimo momento della squadra e probabilmente candidandosi come principale alternativa a Juve e Napoli nella lotta scudetto.

Nonostante i 3 punti, stavolta i nerazzurri hanno mostrato una concentrazione non sempre al massimo nell’arco dei 90 minuti, rischiando di subire la rimonta della Sampdoria dopo che la partita sembrava già in ghiaccio a favore dei milanesi.

Per dimostrare di essere all’altezza delle favorite per la vittoria finale, l’Inter non può permettersi certi cali d’attenzione, Spalletti dovrà sicuramente lavorare su questo aspetto per rendere la sua squadra una delle migliori di questa serie A.

Federico Baldan

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here