Insediata a Dolo la giunta: parità di genere fra assessori

ultimo aggiornamento: 02/10/2020 ore 07:12

117

Ospedale, territorio e lavoro i temi cardine del programma elettorale che ha riconfermato a Dolo il sindaco uscente Alberto Polo. Oggi, primo ottobre, il primo cittadino ha ufficializzato in Comune incarichi e deleghe, trattenendo gli affari istituzionali, il personale, le partecipate e la città metropolitana.

Confermato il vicesindaco, Gianluigi Naletto, assessore allo sport, sicurezza, rifiuti, acque, inquinamento, frazioni e cimiteri. Restano Matteo Bellomo e Giorgia Maschera, il primo con deleghe alla cultura, alla promozione del territorio, all’urbanistica, all’edilizia privata e all’innovazione tecnologica; la seconda ai lavori pubblici, al patrimonio, agli appalti, all’educazione ambientale e alle energie rinnovabili. Le new entry sono due donne: Cristina Nardo al bilancio e tributi e Chiara Iuliano alle politiche e opportunità sociali. Le ultime sono ragazze «giovani, da tempo impegnate nell’amministrazione. La loro presenza aiuterà a tenere la retta via nel perseguimento degli obbiettivi in Comune», ha detto Polo.

Il suo incarico è utile a «proseguire nell’impegno mai venuto meno per mantenere la centralità dell’ospedale, troppe volte al centro di polemiche, e che deve diventare punto di riferimento sanitario per la comunità che ad esso si rivolge», ha detto il sindaco, che oltre a questa ha citato tra le priorità la riqualificazione territoriale della Riviera del Brenta, «la cura e il decoro dell’ambiente, la tenuta del lavoro e delle attività, specie in questo momento di crisi post Covid».


Un risultato inatteso per il sindaco, quello elettorale a Dolo. «Penso a un premio per il lavoro fin qui svolto, per le risposte chiare, semplici e dirette, apprezzate dalla cittadinanza. Le persone che formano la giunta sono un gruppo di cittadini da sempre impegnati nella parrocchia, nell’associazionismo e in Comune, e che hanno a cuore il benessere della città, puntando a farne punto di riferimento anche politico», continua il primo cittadino e spiega, «siamo una lista civica allargata a più esperienze. Le cose da fare sono molte in tema di riqualificazione del centro storico, sostegno al commercio di prossimità, riapertura dei caselli in ambito di Roncoduro. Abbiamo l’obiettivo di rendere Dolo, Arino e Sambruson città gentile per residenti e turisti».

Antonella Gasparini


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here