7 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Innalzamento del livello del mare: quanto ne sappiamo?

HomeAmbienteInnalzamento del livello del mare: quanto ne sappiamo?
la notizia dopo la pubblicità

L’innalzamento del livello del mare:
quanto conosciamo dei suoi effetti sulla nostra vita?
Un invito agli abitanti delle zone costiere, e non solo, per il questionario del “progetto europeo SAVEMEDCOASTS-2”

La questione del riscaldamento globale è ormai presente in molte agende politiche dei paesi occidentali. Le conseguenze sul territorio e sulle popolazioni, spesso gravi, hanno spinto i governi a porre un’attenzione primaria anche verso quei fenomeni naturali che avvengono in un lasso di tempo di decenni e, per questo, destano un allarme sociale che appare non proporzionato al reale pericolo.
L’aumento della temperatura, l’effetto serra, lo scioglimento dei ghiacciai sono tra le principali cause dell’innalzamento del livello del mare, un processo lento ma inesorabile che potrebbe portare, in un futuro non lontano, a ridisegnare le nostre coste.
Tra le tante zone che in Italia destano molta attenzione, sono la laguna Veneta e il nord Adriatico, le coste del Basento e della Sicilia, isole Eolie comprese, ma ci sono situazioni molto simili anche in altri paesi: nei territori dei delta dell’Ebro in Spagna, del Nilo in Egitto o del Rodano in Francia il fenomeno è molto evidente. E nel mondo tante altre zone costiere rischiano di essere abbandonate se le condizioni di vita dovessero essere compromesse dalla conquista di terra da parte del mare.

Con il progetto europeo SAVEMEDCOASTS-2, finanziato dalla Protezione Civile Europea (DG-ECHO) di cui l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) è capofila, i ricercatori si propongono non solo di studiare gli effetti dell’aumento atteso di livello marino nel Mediterraneo ma anche di preparare materiale didattico e divulgativo sul fenomeno, per aumentare la consapevolezza nella popolazione.
Lo scopo non è solo quello di informare ma è, soprattutto, quello di rendere consapevoli del fatto che comportamenti adeguati possono contribuire sensibilmente alla mitigazione dell’impatto del fenomeno, in attesa che una società e un’economia molto più “green” risolvano in maniera efficace e veloce almeno una parte delle emergenze ambientali.
Quanto le comunità locali, e non solo quelle che vivono in zone costiere, conoscono davvero questa situazione?
I ricercatori vogliono chiederlo proprio a loro.
Per questo, sul sito web di SAVEMEDCOASTS-2 tutti possono rispondere ad un semplice questionario, del tutto anonimo, che ha lo scopo anche di capire quali sono gli aspetti del problema su cui, secondo i cittadini, è più urgente intervenire.

la notizia dopo la pubblicità

I questionari sono disponibili in quattro lingue: inglese, italiano, greco e spagnolo, Paesi dove si svolgono le attività di SAVEMEDCOASTS2-2.
I dati raccolti verranno utilizzati ai soli fini del progetto o per pubblicazioni scientifiche.
La partecipazione di tutti è importante perché ogni risposta è una fonte preziosa di informazioni, e non una semplice… goccia nel mare!

*Link SAVEMEDCOASTS-2 (Sea Level Rise Scenarios Along the Mediterranean Coasts–2)
savemedcoasts2.eu

» ti potrebbe interessare anche: “Acqua alta a Venezia nel 2013: i numeri confermano innalzamento livello dei mari

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Francesca e il lavoro delle pulizie: questo turismo a Venezia ha riportato la schiavitù

A seguito dell’articolo “Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo”, ci scrive una ragazza pronta a condividere con noi la sua esperienza. Francesca, nata e residente nel Centro Storico, lavora da 10 anni...

Dal 2022 per venire a Venezia si dovrà prenotare

Venezia e overtourism: nel 2022 Venezia potrebbe essere a numero chiuso con tanto di tornelli. Dall'estate 2022 per entrare a Venezia servirà prenotare secondo il progetto. Dopo i rinvii legati anche al Covid, il Comune ha stabilito che il prossimo anno vedrà...

Sciopero Comparto Sanità il 30 contro ‘Obbligo Vaccinale’ e ‘Green Pass’

Sciopero dei lavoratori della sanità (pubblico e privato) proclamato da Fed. Autonoma Italiana Lavoratori Sanità (FAILS) e Cobas Nordest.
spot

Pensioni: cosa vuol dire Quota 102

Pensioni: sembra segnata la strada, e va verso Quota 102. Ma che cos'è "Quota 102" che va a interessare una platea di 50mila persone in 2 anni? Quota 102 (che arriverebbe al posto di Quota 100 che si esaurisce il 31 dicembre) dall'anno...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.
Advertisements

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

Jesolo: cani in spiaggia, perché in pochi rispettano le regole? Perché nessuno le fa rispettare?

Come ogni anno, decido di trascorrere qualche giorno di vacanza a Jesolo con la mia compagna e il nostro bimbo di un anno e mezzo. Dato che non abbiamo esigenze particolari, andiamo in spiaggia libera, in modo da avere più spazio...

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore