4.4 C
Venezia
giovedì 28 Gennaio 2021

L’incontro con un senzafissadimora. Sottotitolo: questa è la vita reale

Home Voce del Verbo di Andreina Corso L'incontro con un senzafissadimora. Sottotitolo: questa è la vita reale
sponsor

L'incontro con un senzafissadimora. Sottotitolo: questa è la vita reale

sponsor

L’ho incontrato per caso. Lo vedo da lontano, ben infagottato dentro un grande cappotto grigio, sciarpa di lana rossa e berretto nero. E’ seduto su una panchina di Piazzale Cialdini, dove gli altri, quelli che senza casa non sono, aspettano l’autobus. Lo riconosco, facciamo che si chiama Pietro, così gli diamo un nome.
“Lo sai che hanno chiuso la mensa?”, mi dice prima di salutarmi e chissà perché, mi sorride, mostrandomi una bocca sdentata.

commercial

“L’hanno chiusa per dare una lezione a quelli là che urlano, che hanno sempre voglia di far baruffa e per punire loro, ci hanno punito tutti”. Lo so, lo so, gli dico, ho letto la notizia sui giornali e c’era scritto che Ca’ Letizia è chiusa fino a lunedì.

“Fa niente, lunedì fa presto ad arrivare, solo che oggi ho più freddo degli altri giorni e mi dispiace di non andare a mangiare lì”. Lo osservo bene: sembra uscito da un quadro di Van Gogh, solo che al posto del giallo dei campi di grano, c’è quel grigio azzurro odor terraferma, difeso appena dalle chiome seminude degli alberi gelati. Non posso fare a meno di fissarlo con insistenza e mi accorgo che i suoi occhi sono chiari sotto un velo spesso delle pupille si intuisce un azzurro uguale alla volta che dall’alto ci guarda.

“Vedi quelle rondini, vanno avanti e indietro in continuazione, guarda quante sono, vanno a destra, a sinistra, girano continuamente per il cielo, chissà se hanno fame, chissà cosa pensano. . . cosa dici?”
Non so cosa rispondere mentre penso che nonostante “tutto” sa rivolgere gli occhi al cielo; rompo l’imbarazzo e lo invito a bere un caffè al bar vicino. In un primo momento sembra dire di no, fa no e poi ancora no con la testa e poi si alza e mi fa segno di andare.

Mi accorgo che spunta un cagnolino nero, che stava accucciato sotto la panchina, Pietro gli dà un’occhiata e gli dice ‘dai, vieni con noi! ‘. Entriamo nel locale riscaldato e ci sediamo complici nell’angolo. Il cane mi si accuccia sui piedi . Due caffè abbondanti e bollenti, due croissant e poi un terzo per Orso, così si chiama il cane.
“Hai una sigaretta?”
“Non fumo, mi dispiace. . . poi andiamo in tabaccheria. Dove vai a mangiare oggi?”
“Vado a Marghera”.
“Li hai i biglietti per il tram?”
Mi guarda stupito e poi scoppia a ridere. In parte mi ha risposto.
“Guarda che dormo al caldo”, mi dice all’improvviso, come se volesse rassicurarmi, e quel punto capisco che sto trasmettendogli ansia e anche che ha percepito il mio senso di colpa.
“Scusa, ma dove abitavi prima. . .”
“Prima di diventare un senzatetto, un senzafissadimora? Senti che bella questa parola, dimora, sa di antico, ci immagino una stanza con delle belle lampade, un divano con i riccioli sul legno e i cuscini rosa, lo vedi anche tu? E magari i cioccolatini dentro un piatto dorato, sopra un tavolo di legno lucido tirato a cera. . .
Non ricordo, non so cosa facevo, forse il falegname, forse il contadino, perché sono quelli i mestieri che mi piacciono, ma là dentro, tutti quegli anni, ho dimenticato chi ero, cosa facevo, fuori”.
“Vuoi dire che sei stato in carcere?” La mia voce trema un po’ e spero non se ne accorga.
“Sì sono stato ‘dentro’ cinque anni”.
“A Venezia?”
“Sì e non vedevo l’ora di uscire di galera per trovare un lavoro, ricominciare a vivere, ma non ho trovato niente, appena dicevo che ero stato ‘al fresco’, anche chi sembrava sul punto di farmi lavorare, anche in nero, cambiava idea. E cosa vuoi che ti dica, come dargli torto? Anch’io una volta ero così, come quello là, capisci le cose solo quando ti succedono, davvero è così, non mi credi?”

Orso cambia posizione, mette il muso sotto i pantaloni, ha il naso freddo appoggiato alla mia caviglia destra. Dovrei dire qualcosa, ma le parole restano strette in gola. Chiamo il barista, chiedo altri due caffè bollenti e tre croissant alla marmellata, che dà buone calorie.
Pietro mette cinque cucchiaini di zucchero sulla sua tazza e mi sorride sornione.
“Scommetto che stai pensano che ti ho raccontato un sacco di bugie e che tra un minuto mi dici che devi andare a casa, perché certamente tu una casa ce l’hai, vero?”
E’ vero, stavo proprio per dirgli questo, ma gli chiedo di aspettare un momento. Esco senza cappotto e vado in tabaccheria. Ritorno al bar con il sacchetto delle sigarette. Lo appoggio sul tavolino e lo saluto con un mezzo abbraccio. Orso mi lecca le mani e io, sulla via del ritorno continuo ad essere quella sconosciuta che sono. Me lo dicono le rondini dall’alto con il loro finto viaggiare restando ferme e attirate da quello spicchio celeste e le scarpe solcano il grigiore delle strade che ha lo stesso colore del freddo affranto mio cuore.

(foto: Opera di Umberto Verdirosi)

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Altro bambino di 9 anni muore con la corda al collo. Social, sfida, gioco: qual è la matrice di questa follia?

Un altro bambino, questa volta di 9 anni, è morto impiccato in casa. Espressione dura che descrive tutta la crudezza di questa follia che...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...
commercial

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Covid: pazienti morti per colpa del medico? Dottore arrestato per improprio uso farmaci

Pazienti morti non per il Covid ma per colpa del medico? Un dottore è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari per questa ipotesi. Va...

Coronavirus Venezia, la seconda ondata si sta ritirando

Coronavirus Venezia e provincia, la seconda ondata da segni di regressione. Il primo segno si può interpretare con il tasso di occupazione dei posti letto. I...

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...
sponsor

Andamento pandemia: casi in crescita oggi del 50%

Andamento pandemia in piena fase altalenante. Dopo un trend che tutti avevano definito 'di regressione' tornano ad aumentare i numeri oggi. Sono 15.204 i test...

All’esame di guida con l’equipaggiamento da spia: due suggeritori fuori davano risposte

A quanto pare in questo periodo gli stranieri le studiano tutte per superare l'esame di scuola guida senza la fatica di imparare. Dopo il nigeriano...

Stipendi e crisi Actv, parla il presidente Giovanni Seno

Ritengo fondamentale fare alcune precisazioni per chiarire il contesto che ha portato alla decisione del Gruppo AVM/ACTV, comunicata alle Organizzazioni Sindacali, di iniziare un...

Tagli agli stipendi per pandemia, dipendenti Actv sul piede di guerra

Tagli agli stipendi Actv a causa della pandemia. In realtà, non veri e propri 'tagli', bensì voci integrative che non possono più essere assicurate. Si...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...
commercial

Anziana in stato confusionale voleva buttarsi in acqua di notte alle Fondamente Nove

Delicato intervento della Polizia di Stato alle tre di notte tra domenica e lunedì. Il soccorso ha riguardato una anziana signora che sembrava volersi buttare...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Piazza Ferretto: sfonda vetrina con un tombino per rubare bottiglie esposte

Una pattuglia del Reggimento Lagunari Serenissima, impegnata nel servizio Strade Sicure, ha bloccato ieri sera un uomo che dopo aver sfondato la vetrina di...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

ZENO di Lorella Del Gesso [concorso letterario]

Il mio nome è Zeno, la mia età cinque anni. Vivo con Eleonora, che è la mia mamma, e Alan, il suo compagno, con cui...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.