In Veneto parte Coordinamento per la Democrazia Costituzionale

ultimo aggiornamento: 12/05/2019 ore 10:42

147

In Veneto parte Coordinamento per la Democrazia Costituzionale

Una vasta campagna referendaria è ormai alle porte, da mesi migliaia di cittadini con movimenti, associazioni e partiti si stanno organizzando in comitati regionali, provinciali e locali.

L’attuale governo, appoggiato da una maggioranza ottenuta con una legge elettorale dichiarata incostituzionale, dopo averne approvata una nuova (Italicum) a tappe forzate, allo stesso modo vuole cambiare la nostra Costituzione.


Combinate assieme queste modifiche concentrano il potere nelle mani del governo e di chi lo guida dando ad un unico partito, che potrebbe essere espressione di una minoranza, il potere esecutivo e legislativo. Saranno abolite le coalizioni.

La centralità del Parlamento con queste riforme verrebbe ridimensionata in una totale assenza di contrappesi e quindi di diritti per le minoranze.
La Costituzione è di tutti e non di un Presidente del Consiglio.

Riunendosi in questi primi giorni di Marzo singoli cittadini e forze politiche del Veneto Orientale hanno aderito al COOORDINAMENTO PER LA DEMOCRAZIA COSTITUZIONALE (CDC)-


Hanno aderito per il momento : SEL, RIFONDAZIONE COMUNISTA, COLLETTIVO COMUNISTA DEL V.O., PORTOGRUARO VIVE, COMITATO SALUTE E AMBIENTE, SINISTRA JESOLO.

Il Comitato per la Costituzione del Veneto Orientale parteciperà alla campagna referendaria promossa dal CDC per il NO al referendum sulla riforma costituzionale e al comitato per il SI all’abrogazione della legge elettorale Italicum.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here