24.4 C
Venezia
domenica 01 Agosto 2021

Ignoranza e inciviltà, si moltiplicano le proteste dei veneziani

HomeNotizie di aperturaIgnoranza e inciviltà, si moltiplicano le proteste dei veneziani

bagno venezia ponte danieli XVE

Si moltiplicano le proteste dei veneziani nei confronti dei turisti maleducati con l’invito di andarsene. Lo esplicitano manifesti e volantini, mentre di giorno in giorno aumentano le stranezze, come un via vai di biciclette a spasso nella città lagunare.

Indignazione nei confronti di alcuni ragazzi in costume da bagno con l’intenzione di farsi una nuotata nei pressi di San Vio, ripresi immediatamente dal cellulare di una signora esasperata che ne ha apostrofato l’inopportunità e il divieto.

Un altro episodio che si somma a comportamenti intollerabili come l’abbandono dei rifiuti, bivacchi sulle scalinate delle chiese, tanto che il Sindaco Luigi Brugnaro vuole “colpire duro”, multando rigorosamente chi non rispetta le regole del vivere civile.

Più cauta Luciana Colle, vicesindaco, che accentua l’attenzione sugli strumenti d’informazione e di monito da offrire ai turisti, che come sostiene Colle, rappresentano la principale economia di Venezia. Si prevedono quindi ulteriori cartelli informativi sul divieto di balneazione, pic nic e su tutte quelle attenzioni e quei limiti che si dovrebbero riservare alla città, sia da parte dei turisti, che dei veneziani.

Intanto Venezia con i suoi pochi residenti è sempre più affollata di turisti, vaporetti e bus impraticabili e tutti quelli che non hanno negozi, banchetti, hotel, appartamenti da affittare, taxi, ristoranti, ecc. tutti coloro i quali non guadagnano nulla dalla presenza dei turisti e che anzi, vivono il disagio di una quotidianità impossibile da sopportare, chiedono alla politica comunale che ha favorito questo stato di cose di “colpire duro” i trasgressori.

Andreina Corso | 19/08/2016 | (Photo d’archive) | [cod turive]

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.