spot_img
spot_img
spot_img
11.9 C
Venezia
mercoledì 20 Ottobre 2021

I vantaggi delle carte di credito contactless

HomepagamentiI vantaggi delle carte di credito contactless

Ormai numerose banche e sistemi di gestione per carte di debito e di credito propongono carte di pagamento contactless. Il termine, un po’ ostico per alcuni, significa semplicemente senza contatto. Chi possiede una carta di credito contactless può effettuare i pagamenti semplicemente appoggiando la tessera in plastica sul POS del negoziante. Fino a 25 euro di spesa non è neppure necessario digitare il PIN, cosa che rende ancora più veloci i pagamenti.

Le caratteristiche delle carte di credito contactless
Una carta contactless non solo consente di pagare alla cassa senza dover infilare la tessera sul POS, o strisciarla nell’apposita feritoia. È infatti sufficiente appoggiarla, sul lettore o dove si nota l’immagine del contactless; il POS solitamente emette un segnale sonoro quando la transazione è stata avviata, quindi quando il dispositivo è riuscito a leggere i dati della carta stessa. Alcune di queste carte consentono anche di effettuare pagamenti tramite App per lo smartphone. Ad esempio le carte di credito contactless di Nexi consentono di effettuare pagamenti anche con dispositivi Android e iOS; si utilizzano apposite app, per le quali è necessario indicare i dati della carta che si possiede. Una comodità perché si evita così di dover prendere il portafogli ed estrarre la carta.

Pregi e difetti del contactless
I vantaggi correlati all’utilizzo di una carta di credito contactless sono quelli che derivano dal non dover effettuare complesse operazioni per i pagamenti. Questo di certo permette di ridurre i tempi alla cassa, che si tratti del POS di un supermercato o di quello di un ristorante poco importa. Oltre a questo di questi tempi si può notare come questo diminuisca i contatti con altre persone; spesso infatti gli addetti alla cassa prendono la carta non contactless dalle mani del cliente, cosa che favorisce un potenziale scambio di batteri o di virus. Si ottiene così anche maggiore sicurezza, perché di fatto l’esercente non tocca la carta, non ha quindi possibilità di perpetrare eventuali truffe ai danni dell’ignaro cliente. I difetti sono quelli di qualsiasi carta, come ad esempio il fatto che ancora oggi numerosi negozi, soprattutto in piccole località, non accettano i pagamenti elettronici, o prevedono un limite minimo di spesa. Si tratta però di un problema che progressivamente si estinguerà, anche grazie alle normative vigenti.

Come riconoscere una carta contactless
Esiste un’immagine precisa che indica le carte contactless, e anche i POS che accettano questa modalità di pagamento. Si tratta di un’icona che mostra alcune onde, di dimensioni progressivamente più ampie. Solitamente sulle carte di credito e di debito questa immagine è posta nei pressi del Chip, ma non è obbligatoriamente così. La stessa immagine è stampata anche sui POS che accettano le carte senza contatto; solitamente si trova nei pressi del sensore di lettura delle carte elettroniche. Se quindi si hanno difficoltà e il POS “non prende” la carta è bene posizionarla proprio sull’immagine, facendola scorrere lentamente. Per evitare che lettori particolarmente rapidi nella lettura di carte contactless effettuino addebiti a distanza è possibile munirsi di apposite custodie protettive, che eliminano alla base questo tipo di eventualità.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements