15.2 C
Venezia
mercoledì 22 Settembre 2021

I più belli della Mostra del Cinema per noi

HomeLa Grande BellezzaI più belli della Mostra del Cinema per noi

Penelope Cruz e Antonio Banderas vincono il premio delle star più belle. Ci spiace per tutti gli altri.
Lo sappiamo: ci sono schiere di ragazzetti con faccine perfette e giovani attrici con corpi e visi da urlo, ma per noi la bellezza è un contenitore che comprende la personalità, l’intensità, il carattere, e tante altre cose oltre ai canoni estetici.
Penelope e Antonio sono arrivati sul red carpet del Lido e il tappeto rosso si è illuminato.
Lui, in particolare, si dimostrava anti-divo simpatico e socievole facendo smorfie che le pose per immagini sconsigliano.
Lei, addirittura, donna vera e madre di due figli, è stata capace di mollare accompagnatori e fotografi per andare ad intenerirsi vicino a un neonato.
Penelope Cruz e Antonio Banderas sono a Lido per “Competencia Oficial”.

Il film, di Gastón Duprat e Mariano Cohn, è un racconto delizioso che fa ridere e pensare allo stesso tempo grazie a una prova attoriale e di scrittura di altissimo livello.
In concorso al Festival di Venezia per l’Argentina racconta della principale malattia della modernità: il narcisismo.
Tutti ne sono affetti tanto più attori e registi, quelli di scena appunto in questa commedia dai toni surreali.
Dunque anche Penelope Cruz, Antonio Banderas e l’attore argentino Oscar Martinez.
Partiamo dall’inizio.
Un milionario è legittimamente messo in crisi dall’aver compiuto ottant’anni.
Cosa può fare per lasciare un segno di sé?
Prima pensa di costruire un ponte da donare allo stato poi, invece, cambia idea e pensa di produrre un film di successo.
Ingaggia così una singolare troupe capeggiata dalla presuntuosa regista Lola Cuevas (Cruz) dalle idee molto originali e spesso sadiche.
Davanti alla cinepresa, con una sua ponderosa sceneggiatura si misurano due star tanto talentuose quanto egocentriche e vanitose: l’attore hollywoodiano Félix Rivero (Banderas), belloccio e votato ai soldi, e l’attore teatrale più stagionato e impegnato Iván Torres (Martínez) che considera il primo una star da fiction.
Che succede tra i tre?

Scintille, ‘una competizione ufficiale’ senza esclusione di colpi e tutta da ridere, una ‘competizione’ piena di vezzi, cattiverie, bugie, vanagloria e vanità senza limiti.
“Il mio personaggio di Lola Cuevas è intelligente e stupida allo stesso tempo – dice la Cruz -, un personaggio alla fine che soffre moltissimo, ma comunque una donna davvero insopportabile. In fondo – continua l’attrice – questo film resta un omaggio al nostro mestiere su cui abbiamo riso molto, ma senza nessuna mancanza di rispetto”.
“Abbiamo recitato in questa sorta di commedia in un periodo in cui la risata sembra essere qualcosa di sovversivo, clandestino – sottolinea invece Banderas -. Ridicolizzare i vari accessi che ti consentono di arrivare all’arte, al successo, mettere in scena l’invidia, la competizione che si fanno parte del nostro mestiere, ma che è una cosa che si può applicare anche al altri settori”.

E continua l’attore: “Certo se fosse stato un attore simile a me non l’avrei fatto. Lui è un maschilista, ha obiettivi non nobili, ma resta comunque più trasparente rispetto a Ivan che è più sibillino, narciso, intellettuale”.

sponsor

 

“Oscar Martínez vincitore della Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile alla 73ª Mostra di Venezia per il suo ruolo ne IL CITTADINO ILLUSTRE diretto dagli stessi Duprat e Cohn, parla di questo film come “un lavoro estremo e per certi versi anche difficile specie per quanto riguarda la lunga sequenza in cui i due si confrontano insultandosi”.

penelope cruz e antonio banderas a venezia 78
Penelope Cruz e Antonio Banderas a Venezia 78. con un film bellissimo e divertentissimo: “COMPETENCIA OFICIAL”. (Foto di Michele Agostinis per www.lavocedivenezia.it)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor