Mercato Inter, Handanovic in vendita

ultimo aggiornamento: 14/04/2015 ore 06:59

131

handanovic inter vende VTSPORT

Da domenica 13 aprile 2014 a sabato 11 aprile 2015, vale a dire in un anno solare, gli hanno tirato contro 8 rigori, beh, lui ne ha parati 7.
Handanovic, il para rigori, ma l’ Inter lo vende. Una delle tante storie strane dell’Inter moderna.
Samir Handanovic, sloveno di Lubiana, prossimo a celebrare i dieci anni di Italia, arrivato all’Inter nel luglio 2012, per l’esigenza di monetizzare che doveva lasciar partire Julio Cesar, si è sempre ben comportato e, pian pianino, ha cominciato a far vedere la sua specialità. Fallo in area? Non tutto è perduto, c’è Samir, l’anti penalty.

I tifosi se ne accorgono subito, seguendo con quella tipica stretta al cuore quando ti fischiano un rigore contro, la prima parata a Maxi Lopez nel velenoso Samp-Inter (0-4) di un anno fa, quando la partita era ancora sullo 0-1.
Passa una settimana, è il 20 aprile, si gioca in casa del Parma e di nuovo l’arbitro fischia: la manona di Samir manda sul palo il rigore di un incredulo Cassano.


Inizia la nuova stagione, prima di campionato del 31 agosto: rigore contro.
Tira Larrondo ma il risultato con il Torino sarà ancora 0-0 finale.
Handanovic fa un altro miracolo fermando Cossu su rigore ma la squadra non evita comunque la brutta figura contro il Cagliari schiacciasassi di Zeman a San Siro (1-4, 28 settembre). Poi il precedente con Luca Toni: Inter-Verona 2-2, 9 novembre.
L’attaccante sabato a Verona se n’è ricordato, per questo ha cambiato angolo, ma Handanovic non si è fatto sorprendere lo stesso.

Handanovic, il para rigori, si esibisce nella sua specialità anche nell’unica partita giocata in Europa League, quella di San Siro contro gli ucraini del Dnipro: para il rigore di Konoplyanka e dà forza alla rimonta interista (2-1), anche se poi per il proseguimento del torneo Mancini gli preferisce Carrizo.

Nonostante questo score, e un comportamento ineccepibile in campo e fuori, le voci di una cessione di Handanovic a fine stagione sono sempre più forti. Il suo contratto potrebbe essere rinnovato 3 milioni, ma la società, non intende andare oltre i 2,5 milioni, lasciando intendere che davanti ad un’offerta ritenuta congrua lo lascerà partire.
Mancini ha chiarito che «Samir è uno dei migliori portieri del mondo» e gradirebbe che rimanesse, ma le sessioni di calciomercato dei nerazzurri sono qualcosa di imperscrutabile.


Roberto dal Maschio

13/04/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here