lunedì 17 Gennaio 2022
9.6 C
Venezia

Green Pass: ecco come ottenerlo, ma attenzione alle truffe dice “Consumerismo”

Homegreen passGreen Pass: ecco come ottenerlo, ma attenzione alle truffe dice "Consumerismo"

Green Pass: Whatsapp ed e-mail falsi link che invitano a scaricare la certificazione, ma finiscono per rubare dati personali e prosciugare credito telefonico

L’associazione dei consumatori Consumerismo No Profit lancia oggi in Veneto l’allarme truffe sul “Green Pass”, la certificazione verde COVID-19 per agevolare la libera circolazione in sicurezza dei cittadini nell’Unione europea.
In questi giorni numerosi cittadini del Veneto stanno ricevendo messaggi WhatsApp ed e-mail che invitano a «scaricare il certificato verde che ti permette liberamente di muoverti in tutta Italia senza mascherina» attraverso un apposito link – spiega Consumerismo – Si tratta tuttavia di una truffa che rientra nel cosiddetto “Phishing”: chi accede al link in questione si ritrova abbonato a servizi non richiesti che prosciugano il credito telefonico, e permette ai cyber-criminali di accedere a informazioni personali, come numero di carta di credito, dati bancari, ecc.
Consumerismo, nell’invitare i consumatori della regione a diffidare da qualsiasi messaggio sul Green pass proveniente da soggetti non istituzionali, ha realizzato una guida utile per orientare i cittadini alla certificazione Covid, guida pubblicata interamente sul sito consumerismo.it .

COME OTTENERE IL GREEN PASS
Sono 4 i principali modi per ottenere il Green Pass, 3 in modalità digitale e 1 per coloro che non possibilità di richiederlo digitalmente.
Canali digitali
Tramite il sito dedicato
Tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico
Tramite App IO e IMMUNI
Canali ordinari
Con l’aiuto di medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, farmacie

Con l’APP IO
Si può acquisire la Certificazione verde COVID-19 utilizzando l’App IO, ricevendo direttamente un messaggio ogni volta che la Piattaforma nazionale rilascerà un certificato intestato a te. Non appena aperto il messaggio, l’App ti mostrerà il QR Code e i dati del certificato, che potrà essere esibito direttamente da IO. E’ possibile salvare il certificato con il suo QR Code nella memoria locale del dispositivo mobile, così da poterlo mostrare facilmente anche in assenza di connessione a Internet. Non è necessario quindi richiedere la Certificazione né inserire codici o altri dati: è sufficiente aver fatto almeno una volta l’accesso in App con SPID o CIE.

Tramite il sito dedicato (https://www.dgc.gov.it/spa/public/home)
Puoi ottenere la Certificazione verde COVID–19 senza utilizzare l’identità digitale (SPID o CIE). Se possiedi la Tessera Sanitaria inserisci:
le ultime 8 cifre del numero identificativo della tua tessera sanitaria,
la data di scadenza della stessa,
uno dei codici univoci ricevuti con:
o il tampone molecolare (CUN)
o il tampone antigenico rapido (NRFE)
o il certificato di guarigione (NUCG).
In alternativa a questi codici, puoi inserire il codice autorizzativo (AUTHCODE) ricevuto via e-mail o SMS ai recapiti che hai comunicato in sede di prestazione sanitaria.

Se non possiedi la Tessera Sanitaria, in quanto non sei iscritto al SSN, inserisci:
il tipo e numero di documento che hai fornito in sede di esecuzione del tampone o di emissione del certificato di guarigione
la data di scadenza della stessa,
uno dei codici univoci ricevuti con:
o il tampone molecolare (CUN)
o il tampone antigenico rapido (NRFE)
o il certificato di guarigione (NUCG).
In alternativa a questi codici, puoi inserire il codice autorizzativo (AUTHCODE) ricevuto via e-mail o SMS ai recapiti che hai comunicato in sede di prestazione sanitaria.


 

Tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico
Puoi acquisire la certificazione verde COVID-19 accedendo al tuo Fascicolo Sanitario Elettronico, con le modalità previste nella tua Regione di assistenza.
La Certificazione verde COVID-19 è messa a disposizione in formato scaricabile e stampabile (PDF)


Tramite App Immuni

Puoi acquisire la Certificazione verde COVID-19 utilizzando l’App Immuni attraverso l’apposita sezione “EU digital COVID certificate” visibile nella schermata iniziale della APP.
Per ottenere la Certificazione verde COVID-19 devi inserire:
le ultime 8 cifre del numero identificativo della tessera sanitaria,
la data di scadenza della stessa,
uno dei codici univoci ricevuti con:
o il tampone molecolare (CUN)
o il tampone antigenico rapido (NRFE)
o il certificato di guarigione (NUCG).

In alternativa a questi codici, puoi inserire il codice autorizzativo (AUTHCODE) ricevuto via e-mail o SMS ai recapiti che hai comunicato in sede di prestazione sanitaria.

La Certificazione verde COVID–19 viene mostrata a video e il QR code salvato nel dispositivo mobile in modo che possa essere visualizzato e mostrato anche in modalità offline.

Medici, Pediatri e Farmacie
Chi non dispone di strumenti digitali (computer o smartphone), infine, potrà rivolgersi al proprio medico di medicina generale, al pediatra di libera scelta o in farmacia per il recupero della propria Certificazione verde COVID-19. Per un periodo transitorio le documentazioni attestanti l’avvenuta vaccinazione, la guarigione dall’infezione o l’esito negativo di un test molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore antecedenti avranno la stessa validità della Certificazione verde COVID-19 / EU digital COVID certificate.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

Plateatici liberi a Venezia, ma mia madre non riesce più a passare. Lettere

Gran parte della città comprende e approva la delibera comunale che recita ”I pubblici esercizi possono occupare suolo pubblico anche in deroga alle limitazioni poste dalle norme vigenti, con il massimo della semplificazione amministrativa possibile, fino al 31 Luglio”. Ma la...

Venezia: ecco le barche private per evitare il controllo della certificazione verde sui mezzi Actv

Laddove non si convince, si scatena la creatività e il far da sé. Barche private, iniziative dovunque, social scatenati, soprattutto tra chi vive nelle isole e deve recarsi al lavoro o accompagnare i figli a scuola: ognuno si organizza a modo...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

Accattoni e abusivi molesti, ora basta: denuncio chi non fa nulla

Ennesimo caso di accattonaggio molesto accorso tra campo san Cassian e Rialto ad opera di clandestini o rifugiati che vengono lasciati liberi di circolare pur essendo ospitati nelle cooperative e nei centri di accoglienza coi noti sussidi pagati dai contribuenti. E'...

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...

Green Pass obbligatorio: quali sono le regole

Green Pass obbligatorio, la guida: tutte le regole. Dove non si entra senza, come procurarselo, quanto dura, ecc...

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Deve andare a lavorare, entra in pontile dall’uscita causa turisti: pontoniera la fa multare

Una brutta multa e un brutto gesto. Una multa salata ad inizio settimana, come buongiorno. E la rabbia per una multa di 67 euro per essere entrata dalla parte dell’uscita del pontile della linea 1 sul piazzale di Santa Lucia. E’ vero,...

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da visita da parte dei miei nuovi compagni e compagne di classe è stato questo: -“Da dove ti vien,...

Ecco cosa si prova ad andar via dalla Venezia in cui si è nati. “Le lacrime durante il trasloco”. Lettere

In risposta alla lettera: “Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Di G.A. & D. Pugiotto La marsaria Quela matina del febraro sesantaoto Xe ga Liga la barca del Mario in fondamenta, e col careto del osto, che spussa de...

Venditori abusivi e forze di polizia, il dibattito dei nostri lettori

Questo articolo qui sotto ha avuto la capacità di aprire un acceso dibattito tra alcuni nostri lettori in merito alla questione dei venditori ambulanti abusivi a Venezia. Tutte le posizioni sono rispettabili e dettate da valutazioni personali di logica e di coscienza...