-0.7 C
Venezia
mercoledì 27 Gennaio 2021

Giorno della Memoria 2017 – Racconto. Vera e il pettirosso. Di Andreina Corso

Home Giorno della Memoria Giorno della Memoria 2017 – Racconto. Vera e il pettirosso. Di Andreina Corso
sponsor

Giorno della Memoria 2017 – Racconto. Vera e il pettirosso. Di Andreina Corso

sponsor

Il pettirosso l’aveva scelta. Attraversava ogni giorno il filo spinato e con le sue ali piumate d’oro, volava proprio da lei, sulla finestra di quella baracca del campo di concentramento ad Auschwitz, che teneva in sequestro tante vite umane, si appoggiava sulle sbarre quadrate e con il becco la chiamava.
Lei si avvicinava titubante, attenta a non essere vista e apriva piano la finestra, per farlo entrare.

commercial

“Grazie uccellino”, gli disse quella volta a bassa voce e gli offrì qualche briciola di pane, che aveva conservato per lui. Durante la notte era stata sul punto di mangiarle, aveva fame, tanta fame, ma più forte era il desiderio di non deludere il suo pettirosso, arrivava sempre affamato, aspettava con ansia quell’appuntamento segreto e dolce.
Aprì la sua piccola mano e il pettirosso che Vera aveva chiamato Briciola, vi si appoggiò quieto.
“Forza, mangia!” lo rassicurò Vera, ma con stupore si accorse che il pettirosso non beccolava sulle sue mani come gli altri giorni, guardava il pane e poi lei, ancora il pane e ancora lei. I piccoli occhi neri fissavano gli occhi chiari della bambina.

Vera lo accarezzò sul capo per incoraggiarlo. “Dai, cosa succede, mangia! Guarda che tra un po’ mi chiamano, devo andare a lavorare. . . ti prego, fa’ presto”, ma niente da fare, l’uccellino la fissava testardo e ogni tanto muoveva le ali, in segno di una piccola, ma appassionata rivolta.
Vera, che sapeva sopportare violenze e angherie, Vera, che era una bambina di otto anni che aveva assistito a situazioni atroci, Vera, vittima con tanti altri bambini come lei di uomini crudeli, Vera che conosceva i crampi sfiniti della mancanza di cibo, non riusciva a sopportare che Briciola soffrisse la fame. Lo implorò fra le lacrime. E proprio mentre i nazisti le stavano ordinando di uscire, il pettirosso prese con il becco una briciola di pane, la strinse sulla punta del becco e la portò sulle labbra aperte di Vera, che la masticò a lungo, per farla durare. Poi ancora un’altra e un’altra ancora.

Con quella sensazione di amore e di improvvisa sazietà, Vera una volta fuori dalla baracca non fece caso al soldato che chiamava dei numeri: uno, due tre, uno, due, tre. Ecco, il tre era proprio lei e dopo un ordine preciso si avviò con altri bambini all’interno di un grigio edificio con il camino da cui fuoriusciva fumo nero. Il pettirosso infilato sotto il collo gelato della bambina, andò con lei dentro uno stanzone e poi con lei sparì. E sparirono le briciole di pane strette nel becco, le piume, il sorriso e le lacrime di Vera, sua piccola e insostituibile amica.

(immagine: tela di Serena De Gier)

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...
commercial

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...
sponsor

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Coronavirus Venezia, la seconda ondata si sta ritirando

Coronavirus Venezia e provincia, la seconda ondata da segni di regressione. Il primo segno si può interpretare con il tasso di occupazione dei posti letto. I...

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...
commercial

Coronavirus Venezia, nuovi positivi con leggera ripresa

Coronavirus Venezia (e provincia) una giornata in chiaro-scuro quella che va dalle ore 17 di martedì alle ore 17 di mercoledì. In attesa che i...

Covid: pazienti morti per colpa del medico? Dottore arrestato per improprio uso farmaci

Pazienti morti non per il Covid ma per colpa del medico? Un dottore è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari per questa ipotesi. Va...

Il virus si fa ancora sentire: +14 terapie intensive. Esperto: un altro stop sarebbe meglio

Andamento Covid oggi: il virus si fa ancora sentire. +11.629 casi e 299 i morti in 24 ore. +14 i ricoveri nelle terapie intensive. Gli...

Giuseppe Conte: la fidanzata Olivia Paladino, l’ex moglie e il figlio

Dal primo giugno 2018 Giuseppe Conte è presidente del Consiglio dei ministri. I suoi 56 anni portati benissimo e il suo aspetto curato hanno...

Zuppa conservata male origina botulino: 40enne in rianimazione

Un uomo di 40 anni ha mangiato una zuppa scongelata ed è finito all'ospedale per intossicazione da botulino. L'incidente, che non ha responsabili se...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.