Verso Natale: i giochi da regalare e da farsi regalare

172

Arriva Natale. Che bello.
L’albero, i canti, il presepe e tanti pacchetti di regali da scartare sotto l’albero. E almeno uno, si spera, anche se hai da molto passato i 9 anni, conterrà quel gioco che tanto avevi chiesto nella letterina a Babbo Natale.

Si, ma QUALE gioco?
Meglio specificarlo subito, prima che il Babbo si sbagli e ti porti l’ennesimo clone tarocco di Non t’arrabbiare oppure (anche peggio! Anche peggio!) l’espansione consigliata dal negoziante per un gioco che – ovviamente – hai ma in una versione precedente e non compatibile. O che non hai proprio, ma allora forse conviene cambiare negoziante.

Per aiutarvi, ecco allora una piccola lista di consigli validi per tutte le età ma – soprattutto – per una spesa non troppo alta. Dopotutto, dobbiamo risparmiare per l’espansione di This war of mine e per Pandemic Rome che ci autoregaliamo, vero?

Il primo nome è un obbligo, sempre se riuscite a trovarne ancora in giro: KeyForge. key forge box gioco
La Asmodeé ha fatto centro e, se non sarà un nuovo caso-Magic, comunque la moda sembra essere già partita.

Keyforge è un gioco di carte per due giocatori (un mazzo a testa, 10 euro e puoi giocare senza bisogno di espansioni o altro…) in cui ogni giocatore riveste il ruolo di un arconte con lo scopo di forgiare delle chiavi.

Il primo giocatore che raduna tre chiavi, apre la cripta e vince la partita. Semplice, ma con una caratteristica che lo rende unico: non esistono due mazzi identici. Non è un gioco di carte collezionabili, non è possibile comporre un mazzo. Apri, scarti, scegli e giochi con quello che hai mano, mazzo unico al mondo e con una straordinaria gamma di creature, artefatti e capacità.

Richard Garfield non ha sbagliato nemmeno questa volta, ed ha anche scongiurato il rischio di non avere una tattica con la “non-scelta” del mazzo: tra le carte, infatti, ne verranno selezionate solo alcune con le quali creare la propria strategia di gioco. Poi, se vi siete stancati, 10 euro e la partita cambia del tutto con un nuovo mazzo e nuove tattiche.

Siete invece in molti in famiglia, età varie e voglia di giocare tutti assieme? Ci pensa Giochi Uniti, con due prodotti adatti alle festivita.

ubongo box giocoUbongo 3d junior, ultimo nato di una serie dal grande successo, vede tutti i partecipanti puntare alla sfida alla gravità unendo destrezza e velocità in un prodotto molto gradevole anche nell’aspetto.

Scopo del gioco riempire con mattoncini sagomati diversi tra l’oro prima una area delle fondamenta predefinita, e poi usare i mattoncini rimasti per costruire la torre più alta per guadagnare le gemme corrispondenti in sei round avvincenti. SE la torre cade, il tempo per ricostruire è poco, e chi ha già finito farà di tutto (lecitamente, si spera…) per ostacolarvi.

Sono disponibili quattro livelli di difficoltà, ognuno più “anti gravità” dell’altro.

Assalto al Castello è sempre basato sull’altezza e la destrezza, ma con un assalto al castello gioco boxmaggiore uso della precisione e più cattiveria. Ogni giocatore dal suo lato costruisce il proprio castello di carte (ah, i vecchi giochi di una volta!) mentre dall’altro tenta di far crollare i castelli avversari, lanciando carte come se fossero munizioni.

All’inizio della partita, i giocatori ricevono un certo numero di carte materiali, che utilizzano per il castello e pescano delle carte assedio, che permetteranno loro di attivare le catapulte da lanciare contro i castelli avversari per farli crollare. L’ultimo che rimane in piedi, vince la partita. Ovvie le lamentele, ovvie le vendette, ancora più ovvio il divertimento.

Vi piacciono i classici ma avete sempre avuto voglia di cambiare qualcosa nelle regole? Hasbro ci ha pensato per voi, e per il Natale 2018 ecco arrivare il Monopoly – edizione monopoly edizione imbroglio gioco boxdell’imbroglio.

Con questa edizione cambiano le regole, ma non gli obbiettivi: comprare, vendere, farsi pagare gli affitti come sempre, ma questa vota l’importante sarà cercare di non finire in manette. Qui, proprio come purtroppo nella realtà, ci si potrà arricchire truffando gli altri giocatori: prendere qualche soldo in più, non pagare l’affitto, rubare un hotel agli avversari è finalmente possibile, ma senza esagerare.

Per ottenere la vittoria basterà arrivare a fine partita come al solito con più soldi, ma senza farsi beccare nell’imbroglio, perché, per la prima volta nella storia del Monopoly si finisce veramente in manette.

Una ventata di novità che non fa male ad un classico, anzi riesce a rinnovarlo in maniera divertente ed innovativa per il prezzo – come al solito contenuto per un gioco universale – di 30 euro circa. Veri, ovviamente, e senza imbrogliare.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here