mercoledì 19 Gennaio 2022
0.6 C
Venezia

Giochi, sulla strada per Lucca: Villainous, Obscurio, Goryō

HomeTempo liberoGiochi, sulla strada per Lucca: Villainous, Obscurio, Goryō

Fa sempre piacere avvicinarsi all’appuntamento con Lucca ed accorgersi che il mercato del gioco in Italia è ormai in costante e piacevole evoluzione. Se – infatti – fino a pochi anni fa le vetrine per presentare i propri prodotti erano essenzialmente due o tre (Lucca, appunto, poi Modena e per periodi alterni le varie fiere di Milano), finalmente prodotti anche molto interessanti raggiungono ludoteche e negozi anche “oltre” gli appuntamenti classici, dando modo ai giocatori di provarli in anticipo e, al limite, considerare l’acquisto in fiera conoscendo già il gioco e senza dover aspettare anche un’ora per provare una demo in velocità. (Oddio… poi ci sono le anteprime annunciate che per le fiere nemmeno arrivano oppure ci sono con tre copie provvisorie, ma questo è altro discorso che riprenderemo in seguito…)

Quest’anno sono almeno tre (ma mi limito a una scelta legata alle attese) i giochi che sono già usciti e che a Lucca potrete prendere senza timore di errori.

La prima scelta porta il nome illustre ma in effetti almeno in Italia poco attivo sugli inediti di Ravensburger che lancia anche nella nostra lingua uno dei prodotti più attesi, per lo meno per caratteristiche e personaggi usati.

villainous gioco boxIn Villainous avrete l’occasione di vestire i panni di uno di sei principali cattivi dei film a cartoni animati della Disney: il Principe Giovanni, Malefica, Ursula, Jafar, la Regina di Cuori e Capitan Uncino (e sono solo i primi, ovviamente espansioni già previste).

Per ognuno, un mazzo unico tematico e una serie di luoghi sulla plancia che rappresentano situazioni presenti nei rispettivi film. Scopo del gioco, ovviamente, portare a compimento i propri loschi piani riuscendo in ciò che sul grande schermo non è mai stato visto. A vincere sarà ovviamente il peggiore, il più malefico, che sarà il primo ad ottenere la sconfitta di quelle noiose e canterine principesse Disney.

Il gioco fa ovviamente conto sulla grafica e su personaggi conosciuti ed apprezzati, e forse proprio per questo paga un regolamento non del tutto perfetto, soprattutto per gli hard-gamers, ma non abbiamo dubbi che, dato l’appeal commerciale, le future espansioni porranno rimedio anche ai piccoli dubbi.

Cambio totale di genere, invece, passando ad Asmodée, che propone l’attesissimo nuovo gioco degli autori di Dixit, una delle idee più innovative e riuscite degli ultimi anni.

In Obscurio i giocatori vestiranno obscurio gioco boxi panni di un gruppo di maghi rimasti intrappolati all’interno di una biblioteca.

Il compito è quello di riuscire a trovare l’uscita con l’’aiuto del Grimorio, libro magico interpretato da uno dei giocatori, che aiuterà con una serie di indizi visivi. Ovviamente, senza parlare ma solo mostrando delle illustrazioni.

A rendere ancora più difficile la partita, la presenza di un mago traditore tra i giocatori con il compito di fare in modo che le porte restino chiuse. Scopo che cercherà di ottenere dando alle illustrazioni interpretazioni strane e fuorvianti.

Stile che rimanda, ovviamente, a Dixit con la variante del traditore interno che porta a un asimmetrico e piacevole “uno contro tutti” in una fusione di generi che, come per il predecessore, dona al prodotto una altissima rigiocabilità.

Gatti? Qualcuno ha detto gatti?

Ovvio che non potevano mancare, ed ecco dunque per la GateOnGames Goryō: il gioco.
goryo gioco box
Trama semplicissima per un godibile prodotto per due giocatori: lo spirito di Dama Feliwara è tornata a vagare nelle silenziose stanze del Castello di Edo, manifestandosi in una suadente forma felina.

Il suo scopo è la vendetta: in vita ha subito un terribile torto dallo Shogun, e ora è intenzionata a rovinargli l’esistenza distruggendo tutti gli oggetti preziosi custoditi nel palazzo.

Il gioco è un classico e piacevole goryo componenti box rivestimento ambientato di una sfida asimmetrica: Un giocatore prenderà i panni dello spirito gatto, e il suo avversarioi samurai a guardia del palazzo, con il primo a programmare piani dietro uno schermo dove tracciare il suo percorso, i secondi a cercare di capire dove è passato lo spirito e quale oggetto sta puntando, ma soprattutto a quale oggetto il Goryō è vincolato per la sua esistenza.

Sullo stile dell’eterno Scotland Yard, ma con le avvincenti varianti degli oggetti e della felinità e con una componentistica che farà la gioia degli amanti dei gatti.

Il gioco ha anche alcune varianti che saranno allegate al numero di IoGioco in uscita proprio per Lucca.

Massimo Tonizzo

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Massimo Tonizzo
Giornalista, esperto di giochi, organizzatore di fiere e eventi. E' presente in tutte le più importanti manifestazioni tematiche nazionali ed internazionali da cui invia reportage e recensioni.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Niente vaporetti senza GP: “La situazione qui a Burano è tragica”. Lettere

Con riferimento all'articolo "Venezia: ecco le barche private per evitare il controllo della certificazione verde sui mezzi Actv", riceviamo e pubblichiamo. La situazione nell’isola di Burano è tragica!! Una parte degli isolani è letteralmente sequestrata in isola. Non è possibile fare un tampone...

“So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Lettere

In risposta alla letterea: "Go fato ben a andar via (da Venezia) chea volta e no me dispiaxe proprio”. So venexian de aqua... nato nei anni cinquanta... abito in campagna a Mestre... sì, Mestre per i venexiani... se campagna... anca Mian e...

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...

“Vaporetto da Lido: 7,50 euro e ammassati come animali”

Riceviamo e pubblichiamo. La lettrice prende spunto da una segnalazione precedentemente ricevuta in cui si dice: "Centinaia di persone costrette a stiparsi all’interno di un imbarcadero chiuso nell’attesa di un vaporetto che passa ogni 30 minuti. È stato ridotto il numero di...

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott.ssa è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

Chi volontariamente non si vaccina ruba un pezzo di probabilità di evitare la dissoluzione del genere umano. Lettere

Con la propaganda No-Vax io non riesco a discutere né a confrontarmi perché si tratta di un Extramondo *(una specie di Vandea del XXI secolo)* nel quale non riesco neanche a respirare. La Storia non si muove in senso vettoriale ma circolare...

“Io, sfrattata da Venezia, ho voluto a tutti i costi tornarci ed è stato un incubo”. Lettere

In risposta alla lettera “So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Venezia... Io ci sono nata 60 anni fa e sono dovuta scappare a 15 anni con tutta la famiglia perché già a quei tempi per...

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...