giovedì 20 Gennaio 2022
3.6 C
Venezia

Giardini Reali di Venezia: “Fogli e foglie al vento”, 500 bambini ambasciatori di pace

HomeLe belle notizieGiardini Reali di Venezia: “Fogli e foglie al vento”, 500 bambini ambasciatori di pace

Inaugurata ai Giardini reali di Venezia la mostra “Fogli e foglie al vento”: protagonisti 500 bambini ambasciatori di pace.
Perché si muovono all’aria come foglie al vento, appesi al pergolato dei Giardini reali di Venezia per diffondere un messaggio colorato di pace e fratellanza.
Sono i disegni dei 500 bambini che hanno partecipato al progetto educativo internazionale “Venezia-Beirut disegni a 1000 mani”, promosso dall’associazione Venezia, pesce di pace, che quest’anno compie trent’anni, in collaborazione con Venice Gardens Foundation e fondazione Vittorio Cini.

L’anno scorso, durante la pandemia, gli alunni di sette scuole di Venezia, Cavallino Treporti e Beirut sono stati invitati a rispondere attraverso un disegno ai temi “Venezia e Beirut, le nostre città” e “Noi a scuola con il Covid”.
A due a due, a distanza, i bambini hanno rappresentato le loro Città e la pandemia.
Con loro insegnanti, famiglie, 14 artisti (7 italiani e 7 libanesi), che hanno poi donato le loro opere alle scuole partecipanti.
Ne sono nati 500 disegni, che da oggi decorano il pergolato dei Giardini reali di Venezia, e un libro.

Ed è così che oggi, martedì mattina, circa duecento dei piccoli studenti coinvolti nell’iniziativa, insieme alle loro insegnanti, hanno preso parte all’inaugurazione della mostra, alla presenza della presidente del Consiglio comunale Ermelinda Damiano, dell’assessore all’Ambiente Massimiliano De Martin, del patriarca di Venezia Francesco Moraglia.
Presenti inoltre Adele Re Rebaudengo, presidente di Venice Gardens Foundation, il console onorario del Libano a Venezia, Youssef Mhanna, l’assessore alla scuola del Comune di Cavallino Treporti Alberto Ballarin e l’ideatrice del progetto Nadia De Lazzari.

Bambini in Piazza San marco
I bambini in Piazza San marco

Il taglio del nastro è avvenuto sul ponte levatoio che collega l’area marciana ai Giardini reali, un luogo simbolico di unione nello spirito del progetto che rafforza l’amicizia e la solidarietà tra le città collegate dal Mediterraneo.

“E’ sempre una grande emozione partecipare alle iniziative promosse dall’associazione ‘Venezia pesce di pace’ – ha dichiarato la presidente Damiano – perché hanno un forte valore morale, educativo, civile. In particolare la proposta di quest’anno era volta a creare un ponte ideale tra Occidente e Oriente all’insegna dell’amicizia. A nome della città voglio esprimere un grande ringraziamento ai bambini, agli artisti e a tutti coloro che hanno reso possibile questo progetto”.


 

“Questi disegni – ha sottolineato il patriarca Moraglia – insegnano agli adulti la bellezza dell’immediatezza della vita”.

Il progetto, inserito nelle celebrazioni per i 1600 anni di Venezia, ha ricevuto il plauso della presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e dell’ambasciatrice del Libano in Italia, Mira Daher di cui, nel corso della manifestazione, sono stati letti due messaggi.

L’iniziativa è inserita nel programma e nel video del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2021 e ha contribuito a sostenere gli orientamenti dell’Agenda 2030 Onu, Goal 1 (Sconfiggere la Povertà), 4 (Istruzione di Qualità), 10 (Ridurre le Disuguaglianze), 11 (Città e Comunità Sostenibili), 16 (Pace, Giustizia e Istituzioni Solide). Un impegno apprezzato dall’assessore all’Ambiente De Martin che, in segno di gratitudine verso le scuole, ha consegnato loro un kit per la realizzazione di un orto in classe.

Le sette scuole elementari partecipanti:
Venezia: Canal, Istituto Cavanis, Gallina, Istituto San Giuseppe Caburlotto, Zambelli;
Cavallino–Treporti: Pascoli;
Beirut: Istituto Notre Dame Du Mont Carmel – Fanar.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione Venezia
Dalla redazione di Venezia. Per comunicare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...

Venezia. Match tra turiste ubriache per la pantegana. Vince l’animalista per ko tecnico alla 1a ripresa

Il video riporta una scena che si è svolta questa notte a Venezia, nello spiazzo dietro Rialto, di fronte al Fontego. Due ragazze, pare inglesi, sono al culmine di una bella serata, a quanto pare anche ben "allegre". Improvvisamente nasce una discordia....

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia. 82 anni, dopo avere preso la pillolina blu ha tentato di avere un rapporto sessuale con la moglie. Ma la donna, sua coetanea, ha avuto paura "dell'impeto" ed ha chiamato la polizia.  E' inutile descrivere...

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...

Bentornati turisti a Venezia. Tutti contenti ora. Lettere al giornale

Bentornati turisti. Mercoledì. Motoscafo 4.2 che alle 17.20 imbarca al pontile di San Pietro in direzione Fondamente Nuove. Primi posti, rigorosamente quelli riservati agli invalidi, una coppia nonostante tutta la cabina sia per metà libera. Evidente che sui quei posti c’è più spazio per...

Venezia. Match tra turiste ubriache per la pantegana. Vince l’animalista per ko tecnico alla 1a ripresa

Il video riporta una scena che si è svolta questa notte a Venezia, nello spiazzo dietro Rialto, di fronte al Fontego. Due ragazze, pare inglesi, sono al culmine di una bella serata, a quanto pare anche ben "allegre". Improvvisamente nasce una discordia....