Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
13C
Venezia
giovedì 04 Marzo 2021
HomeSicurezzaGianrico Carofiglio, scrittore, ex magistrato e senatore: reati sono in calo

Gianrico Carofiglio, scrittore, ex magistrato e senatore: reati sono in calo

Gianrico Carofiglio, scrittore, ex magistrato e senatore: reati sono in calo

Controcorrente e per certi versi di non facile lettura, il pensiero che lo scrittore ex magistrato Gianrico Carofiglio, scrittore e senatore della Repubblica, ha affidato al quotidiano Il Dubbio, relativamente alla sicurezza.
Se è pur vero che oggi i cittadini sembrano essere molto preoccupati, rispetto i fatti che succedono, Carofiglio, statistiche alla mano, rassicura.

Afferma che il numero dei reati in Italia è diminuito e che tra il 1991 e il ’92, gli omicidi sono calati da 2000 a 500 l’anno. Sono irrazionali, quindi, le nostre paure? Come mai la percezione della popolazione italiana, è quella dello stare sempre in allarme, visto che tutti i giorni si leggono, si ascoltano notizie devastanti?

Carofiglio si affida a quella che la psicologia chiama “effetto di disponibilità”, che si amplia quando succede qualcosa di grave, anche se lontano da noi, creando insicurezza talvolta “irrazionale”. E riguardo la sicurezza vera e propria, sostiene che ognuno di noi rischia molto di più a causa di un infortunio, di un incidente stradale o di lavoro, piuttosto che a causa di un’aggressione armata o attentato.

Non sfugge il senatore alla realtà e lo preoccupa il clima che si è venuto a creare rispetto, ad esempio all’immigrazione, ben sapendo che non sono pochi i politici che facendo una brutta propaganda su profughi e richiedenti asilo, aumentano l’emotività e il bisogno di sicurezza dei cittadini.

E la politica dovrebbe proprio fare questo: percepire i bisogni, depurarli dall’irrazionale e cercare di dare risposte in termini di diritti e convivenza sociale. Si fa delicata l’analisi quando tocca però quei 500 omicidi, perché la maggior parte sono in realtà femminicidi, le donne sono vittime di compagni assassini .

E allora i rimedi? Che fare? Certo, questi delitti vanno puniti con determinazione – considera Carofiglio – aprendo contemporaneamente a tanti interrogativi che certamente non riguardano “solo” la magistratura e le pene. Investono tutta la società, la prevenzione, la famiglia, la scuola, il lavoro, gli stereotipi e i pregiudizi . E del resto come non considerarli, se nel mondo ad abitarci, è l’uomo con le sue esperienze e le sue relazioni?

«Beccaria diceva che il sistema delle pene è efficace non se propone punizioni altissime, che quasi mai vengono applicate, ma se prospetta al reo un’alta probabilità di ricevere una sanzione giusta». Attenzione, insiste Carofiglio, “una sanzione giusta, non una sanzione esemplare”.

Andreina Corso

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...