Gianpietro Sartori di Marostica è l’artista del panino 2018

275

Gianpietro Sartori di Marostica è l'artista del panino 2018

Gianpietro Sartori è l’ Artista del Panino 2018 “#farciscilotu”, il concorso promosso da Agritech, marchio del Gruppo belga Vandemoortele leader del frozen bakery, in collaborazione con la rivista Bargiornale.

L’artista è nel mondo della ristorazione da quando aveva 18 anni, e anche oggi che ne ha 48, è attivo e titolare del bar di famiglia “Caffè Roma” a Marostica, in provincia di Vicenza (Veneto), comune di quasi 13.976 abitanti noto in tutto il mondo per la celeberrima partita a scacchi con personaggi viventi che si svolge da quasi un secolo nella storica Piazza Castello.

La proclamazione, avvenuta martedì 24 Gennaio allo stand Vandemoortele Italia durante il Sigep di Rimini, ha visto sul podio anche due finalisti toscani: Elisa Varvarito della Caffetteria del Museo del Palazzo Vecchio a Firenze, classificata al secondo posto con una ricetta vegana, e Andrea Mainolfi della gastronomia “Morso-Dispensa Alimentare” di Campi Bisenzio (FI), con un panino a base di marlin affumicato.

I 10 finalisti si sono sfidati nel preparare il proprio panino in un tempo massimo di 15 minuti su un tema a scelta tra ‘tradizionale regionale’, ‘dal mondo’ e ‘veg’; dopodichè una giuria composta da Chef Rubio, Moreno Cedroni, 2 stelle Michelin,Sonia Peronaci, fondatrice del sito di cucina Giallozafferano e, la special guest Alice Balossi, ha selezionato i migliori in merito a gusto, originalità e presentazione. Ha presentato la sfida Valentina Scarnecchia , food blogger nota per aver partecipato ai programmi tv record di ascolti “La terra dei cuochi” e “Cuochi e fiamme”

In omaggio ai sapori della sua terra, Sartori ha proposto per la categoria’ tradizionale regionale’ una ricetta ispirata alla tipica colazione dei contadini veneti di un tempo a base di pane, frutta secca e salumi, rivisitata in chiave gourmet: il risultato è stato un sapiente connubio fra folclore e originalità in un riuscita armonia di ingredienti che ha conquistato la giuria e sbaragliato la concorrenza.

Un risultato che dimostra la qualità dei prodotti Vandemoortele, impegnata nel continuo affinamento delle referenze ai gusti locali, alle tradizioni e alle abitudini dei consumatori italiani.

“Ho realizzato il sandwich con il Black&White Gourmy Burger di Vandemoortele, pane di segale dall’impasto soffice e briosciato adatto alle preparazioni agrodolci”- spiega il nuovo Artista del panino-. “Per la farcitura ho accostato alla Sopressa vicentina dop un gustoso salume fatto con le parti nobili del maiale, una frittata a base di fichi secchi, crema di robiola e qualche goccia di grappa delle nostre parti, bevanda con cui i contadini erano soliti accompagnare il pasto”.

Sartori ha presentato il suo panino alla giuria su un particolarissimo vassoio a forma di paletta: un monito a non sprecare mai il cibo poiché anche con gli ingredienti più semplici si possono creare piatti buoni e genuini.

“Sono molto soddisfatto di questo traguardo e davvero orgoglioso di aver tenuto alta la bandiera della mia Regione in una gara così importante – conclude il barista vicentino -. Chissà che, grazie a questa vittoria, non riesca a realizzare il mio sogno: aprire un ristorante italiano in una delle città che amo di più al mondo: la capitale di Cuba L’Avana” .

Per il momento fra le sue mete c’è sicuramente l’Africa: Gianpietro Sartori si è aggiudicato quale primo premio un viaggio in Kenya dal valore di €3000 per 2 persone.

Vandemoortele Italia è la società italiana del gruppo belga operante in Europa nel settore frozen bakery, margarine, olii e grassi da cucina.  presente in 17 Paesi europei,  con 5.200 dipendenti e un catalogo prodotti ricco di oltre 4.500 referenze. Fanno capo alla filiale italiana gli storici marchi Lanterna e Agritech, per i prodotti di panificazione, e Banquet d’Or e The Originals per la croissanteria e i prodotti americani (donuts e muffin).Settori di destinazione delle referenze grande distribuzione, dove Vandemoortele è tra i leader di mercato, e Food Service (il fuori casa), dove si concentrano le maggiori potenzialità di crescita. La sede centrale di Vandemoortele Italia è a Genova, l’ufficio commerciale delle margarine a Milano e una sede produttiva è a Ravenna. Nel capoluogo ligure è attivo anche lo stabilimento delle storiche focacce marchiate Lanterna. Per supportare il consolidamento in Italia, dal 2016 Vandemoortele ha rafforzato l’ufficio marketing, in termini di risorse umane e servizi forniti, mentre la ricerca e sviluppo è sempre di più funzione fondamentale per consentire all’azienda di guidare il mercato del frozen bakery, dando le indicazioni per il progressivo puntuale adeguamento delle referenze ai gusti, alle tradizioni locali e ai trend dei consumatori italiani.Innovazione e ricerca sono nel DNA della compagnia che nacque in Belgio ben oltre un secolo fa contribuendo a creare il mercato, e che è entrato in Italia assorbendo marchi come Agritech, prima azienda a produrre il pane surgelato in questo Paese. 

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here