venerdì 21 Gennaio 2022
1 C
Venezia

Gabriel Garko, parla Signorini: “Ho sempre pensato che le sue storie d’amore fossero inventate”

HomeGrande FratelloGabriel Garko, parla Signorini: "Ho sempre pensato che le sue storie d'amore fossero inventate"

Alfonso Signorini e Gabriel Garko

“All’inizio tra me e Gabriel Garko non correva buon sangue. A me non piacevano le sue storie d’amore inventate con le colleghe. Il mio istinto mi diceva che non ci fosse niente di vero in tutte quelle pose e quegli ammiccamenti da fotoromanzo degli anni ’50, e col senno di poi posso dire che non mi sbagliavo”.

Alfonso Signorini è tornato sul coming out dell’attore in un editoriale scritto per il suo giornale, Chi. Il conduttore del Grande Fratello VIP ha raccontato che tra i due non sono mai stati amici, anzi, l’antipatia era reciproca.

“Anche lui non mi sopportava, ovvio – ha continuato – chi lo circondava gli ripeteva che io non potevo vederlo (e perché mai?) perché non gli davo spazio sui miei giornali. A distanza di tanti anni le cose sono cambiate. Gabriel Garko ha capito molte cose, una su tutte: che nella vita quello che conta di più è potersi guardare allo specchio e piacersi”.

Signorini è felice che, nonostante i trascorsi burrascosi, il coming out sia avvenuto nella sua trasmissione: “Sono stato doppiamente felice che abbia scelto me per fare un primo passo importante della sua nuova vita – ha aggiunto – ha gettato la maschera davanti alle telecamere del ‘Grande Fratello Vip’ liberandosi del peso di un’immagine che per lui era diventata insopportabile, quella dello sciupafemmine, facendo intuire senza troppi misteri la sua omosessualità”.

Si preannuncia, quindi, una nuova esistenza per Garko: “Era giusto che lo facesse pubblicamente, perché tutto nella sua vita è stato vissuto così. Farlo per lui non è stato facile: non è semplice ammettere che la vita che fai non ti diverte più, non è facile spogliarsi di tutti i cliché che ti hanno coperto, mostrando una nudità che ancora non conosci. Da oggi Garko sarà un po’ più Dario (così si chiama all’anagrafe) e un po’ meno Gabriel. Adesso sono sicuro che sarà tutto più semplice come sempre accade quando si vive con verità. Ed è grazie a questa verità che io ho trovato un amico” ha concluso Signorini.

Il giornalista è tornato su Garko anche nell’ultima puntata di Casa Chi confessando di averlo desiderato nel reality: “Io l’avevo già sentito perché avrei voluto che partecipasse al Grande Fratello Vip in qualità di concorrente e lui aveva un po’ tergiversato e poi alla fine ha detto di no. Convincerlo ad aprirsi e fare quello che ha fatto non è stato certamente facile però credo che lui ne avesse molto bisogno, soprattutto dopo avere visto quello che era successo nella casa. Alla fine ha voluto fare chiarezza e liberarsi anche di un peso che sostanzialmente per lui era un peso vero, cioè Gabriel non riusciva più a vivere bene, non riusciva più a stare dentro il personaggio che si era costruito in tutti questi anni”.

Signorini ha poi aggiunto: “Non riusciva più a vivere bene, a stare dentro il personaggio che si era costruito in questi anni. Si è definito un bambino ed è vero. Piange sempre in questo momento, ha sbalzi d’umore improvvisi. Deve prendere confidenza con Dario. Però mi ha fatto molto piacere una cosa. L’altra mattina, subito dopo il coming out mi ha detto ‘in questo ultimo mese ho ricominciato a guardarmi allo specchio, prima non ci riuscivo’. Infatti c’era la voce che lui non amava gli specchi ed era vero”.

Marie Jolie

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Quando i no vax finiscono in ospedale e cambiano idea sul vaccino. Di Andreina Corso

Aumentano di giorno in giorno le persone contrarie al vaccino, colpite dal Covid, che dopo un’esperienza ospedaliera traumatica scelgono di vaccinarsi e cercano di convincere gli altri a fare altrettanto. Quando la malattia ancora non ti tocca, quando ti è sconosciuta la...

Reliquie Santa Lucia da Venezia alla Sicilia con assistenza della Polizia

Santa Lucia da Venezia alla Sicilia Domenica 14 dicembre, la Polizia di Stato accompagnerà “Santa Lucia” nel suo prossimo viaggio in Sicilia. Alle 7:30 del mattino le spoglie della Santa saranno portate, con imbarcazioni della Polizia di Stato, dalla basilica dei Santi Geremia...

“I televirologi che ci avevano promesso l’immunità col vaccino…”. Lettere

Dal mese di dicembre, televirologi, burocratici della sanità pubblica e chi ha fatto del virus misteriosamente arrivato dalla Cina (e mai isolato) una prolifica professione, stanno cadendo come pere dagli alberi. Gli interessati adoratori del Dio vaccino, si accorgono o fingono...

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

A Venezia barche solidali (e molti taxi) contro l’obbligo di GP a bordo

A Venezia le barche solidali trasportano gli isolani che non possono salire sui mezzi pubblici. “Aiutiamoci”, e una barca solidale parte dalla Palanca alla Giudecca e attraversa il Canale. Il porto sono le Zattere e i viaggiatori sono persone non vaccinate...

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...