COMMENTA QUESTO FATTO
 

Furti in casa: maxi-operazione in corso, coinvolti nomadi e compro-oro

I furti in casa sono una piaga dei nostri tempi e molto spesso si scopre che le organizzazioni conducono a nomadi. E’ quanto starebbe emergendo questa mattina con l’operazione in corso da parte di polizia e Guardia di Finanza di Lucca con presunta associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti in abitazione, ricettazione e riciclaggio.

In totale, si spiega in una nota degli investigatori, sono 33 le misure cautelari personali emesse dal gip, mentre sono complessivamente 44 gli indagati.

Tra gli arrestati anche 4 titolari di compro oro della Versilia e di Arezzo.

In corso di esecuzione poi sequestri di beni per circa un milione di euro e una quarantina di perquisizioni nel centro Italia.

Le indagini, coordinate dalla procura di Lucca e condotte per la polizia da squadra mobile di Lucca e commissariato di Viareggio, avrebbero individuato sodalizi criminali dediti ai furti in casa nelle province di Lucca, Massa Carrara e La Spezia, e a ricettazione e riciclaggio anche tramite compro oro.

In particolare, spiegano sempre gli investigatori in una nota, i furti in abitazione sarebbe stati prevalentemente messi a segno da sinti e rom della Versilia e l’oro rubato acquistato “dai compro oro di Viareggio e Pietrasanta, fuso in lingotti d’oro e rivenduto ai compro oro aretini”. Il giro di affari ammonterebbe a mezzo milione di euro.

Una conferenza stampa per illustrare l’operazione è convocata per le 12 alla procura della Repubblica di Lucca.

 
ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000
 

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here