-0.7 C
Venezia
mercoledì 27 Gennaio 2021

Funerali Musile: migliaia di palloncini bianchi liberati verso il cielo

Home il dramma Funerali Musile: migliaia di palloncini bianchi liberati verso il cielo
sponsor

Funerali Musile: migliaia di palloncini bianchi liberati verso il cielo

sponsor

Musile di Piave si è stretta idealmente attorno al dramma di quelle giovani vite spezzate.
Quattro bare bianche avvolte nel silenzio irreale di uno stadio di Musile di Piave affollato come mai durante una partita.

commercial

Cinquemila persone presenti in una cerimonia pubblica che finisce inevitabilmente per essere lo straziante addio a ragazzi poco più che ventenni, morti una notte d’estate al ritorno da una cena al mare.

“Ti ho visto nascere e ti ho visto morire, ma le cose belle non si vivono, bensì si sentono. Quindi fatti sentire Ricki”. Non smette di piangere la sorella di Riccardo Laugeni davanti alla bara del fratello allineata accanto a quelle, candide anche loro, di Leonardo Girardi, Eleonora Frasson e Giovanni Mattiuzzo, le quattro giovani vittime dell’incidente stradale di domenica scorsa a Jesolo.

I funerali delle 4 vittime della strada si sono tenuti oggi nello stadio di Musile di Piave davanti a 4 mila persone. Tra loro anche Giorgia Diral, l’unica sopravvissuta del terribile schianto che ha fatto finire l’auto in un canale.

Giorgia, ancora stravolta, sorretta dai parenti che la proteggono dai curiosi, con il viso segnato da un pianto che non accenna a fermarsi dal quel ‘maledetto’ 14 luglio.

In prima fila i parenti dei ragazzi, le autorità e anche i quattro giovani kosovari che hanno salvato Giorgia, tuffandosi nell’acqua. Per gli altri era ormai tardi.

Sugli spalti, invece, gli amici, i colleghi di lavoro, i giocatori del Venezia Calcio, gente comune, tutti a seguire la funzione, preceduta dal lancio di palloncini bianchi, presieduta da mons. Adriano Cevolotto, vicario generale della Diocesi di Treviso, di cui fa parte Musile, e ‘rilanciata’ su un maxischermo.

Nei comuni colpiti dal dolore, Musile, San Donà, Jesolo, Noventa e Fossalta, è lutto cittadino.

Molte persone sono arrivate qualche ora prima della funzione, partecipando cosi’ alla recita del rosario.

La giornata afosa si è fatta più pesante con le testimonianze degli amici dei quattro ragazzi. Tra questi la sorella di Riccardo Laugeni, il ragazzo che si trovava alla guida della Peugeot, che, in un passaggio del suo intervento, ha detto: “ti ho visto nascere e ti ho visto morire, ma le cose belle non si vivono, bensì si sentono. Quindi fatti sentire Ricki”.

Mons. Adriano Cevolotto ha ricordato quanto accaduto quella notte: “in pochi istanti, lungo la stessa strada la leggerezza ha prodotto morte e il coraggio ha salvato una vita”. Quella vita, Giorgia, che ha visto i suoi salvatori presenti alle esequie, in maniera sommessa. “Abbiamo visto un’auto in acqua – ha spiegato uno dei ragazzi kosovari – e non abbiamo pensato a niente, solo ad aiutare”.

E c’è chi ha aiutato e chi invece è fuggito dalle sue responsabilità. Come il conducente dell’auto che avrebbe provocato l’incidente speronando la vettura con i ragazzi poi finita nel canale.

Il 26enne alla guida dell’auto pirata poi è stato rintracciato e ora è agli arresti domiciliari. Dovrà rispondere di diversi reati, ma questo è un altro capitolo. Giovedì c’era spazio solo per il dolore.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...
commercial

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...
sponsor

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Coronavirus Venezia, la seconda ondata si sta ritirando

Coronavirus Venezia e provincia, la seconda ondata da segni di regressione. Il primo segno si può interpretare con il tasso di occupazione dei posti letto. I...

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...
commercial

Coronavirus Venezia, nuovi positivi con leggera ripresa

Coronavirus Venezia (e provincia) una giornata in chiaro-scuro quella che va dalle ore 17 di martedì alle ore 17 di mercoledì. In attesa che i...

Covid: pazienti morti per colpa del medico? Dottore arrestato per improprio uso farmaci

Pazienti morti non per il Covid ma per colpa del medico? Un dottore è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari per questa ipotesi. Va...

Il virus si fa ancora sentire: +14 terapie intensive. Esperto: un altro stop sarebbe meglio

Andamento Covid oggi: il virus si fa ancora sentire. +11.629 casi e 299 i morti in 24 ore. +14 i ricoveri nelle terapie intensive. Gli...

Giuseppe Conte: la fidanzata Olivia Paladino, l’ex moglie e il figlio

Dal primo giugno 2018 Giuseppe Conte è presidente del Consiglio dei ministri. I suoi 56 anni portati benissimo e il suo aspetto curato hanno...

Zuppa conservata male origina botulino: 40enne in rianimazione

Un uomo di 40 anni ha mangiato una zuppa scongelata ed è finito all'ospedale per intossicazione da botulino. L'incidente, che non ha responsabili se...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.