venerdì 28 Gennaio 2022
3.9 C
Venezia

La Francia approva il “booster”: da settembre parte con la terza dose

HomeCovid 19La Francia approva il "booster": da settembre parte con la terza dose

Il presidente Macron ordina lockdown 'duro': chiude i negozi non necessari e rimpatria i turisti da Martinica e Guadalupa.

La Francia rialza la guardia contro il coronavirus.
Al via una serie di misure per arginare una crisi che, ha detto il presidente Emmanuel Macron, “non è alle spalle e durerà ancora diversi mesi”.
L’imperativo sono e restano i vaccini e Parigi, quindi il presidente annuncia che da metà settembre inizierà a usare il ‘booster’, la terza dose di vaccino.
Per il momento sarà destinata agli ultraottantenni e ai fragili. Ma non solo. Scatterà anche una stretta sugli ingressi ai confini francesi.

Il portavoce del governo, Gabriel Attal, annuncia che Parigi intende rafforzare i controlli: il “100% dei viaggiatori provenienti da Paesi a rischio verranno controllati con test antigenico”, ha spiegato al termine di un nuovo consiglio di Difesa sanitario dal Fort de Bregancon, la residenza estiva presidenziale affacciata sul Mediterraneo, nel sud del Paese.
E mentre sale la preoccupazione anche per le isole francesi dei Caraibi, il governo francese ha anche annunciato l’eliminazione dei test gratuiti: quelli senza prescrizione medica diventeranno a pagamento da “metà ottobre”.
La spinta ai vaccini riguarderà anche il rientro degli studenti, con l’allestimento di gazebo ad hoc vicino alle scuole.

La priorità dell’odierna riunione era rivolta soprattutto all’impennata del coronavirus nelle Antille francesi.
Macron ha evocato una situazione “drammatica” ed è stato deciso di estendere il lockdown “rigido” entrato in vigore a inizio settimana in Martinica anche alla Guadalupa.
Questo implica la chiusura dei negozi non essenziali, delle locazioni stagionali, degli alberghi e delle spiagge.
Il boom dei casi in Guadalupa richiede inoltre l’allestimento di un centinaio di posti letto in rianimazione, ha precisato da parte sua il ministro responsabile per i Territori d’Oltremare, Sébastien Lecornu, in occasione di una missione d’urgenza nelle Antille francesi, accompagnato da un rinforzo di 274 tra medici e personale sanitario e 60 pompieri.
Già ieri, i turisti erano stati invitati a lasciare i territori d’Oltremare colpiti dal Covid e con un livello di vaccinati che non supera il 20%.
Ma oggi Macron ha anche evocato la “preoccupante” situazione della Francia continentale, insistendo su quello che definisce “un obiettivo molto semplice: la vaccinazione di tutti i francesi che possono essere vaccinati”.

“Dobbiamo almeno conservare l’obiettivo dei 50 milioni di vaccinati entro la fine del mese di agosto”, ha aggiunto, ritenendo di essere sulla “buona via”, visto che “37,8 milioni di francesi” lo sono già completamente.
“Nessuno è al riparo. C’è troppa gente che pensa, sbagliando, di sviluppare alla peggio delle forme lievi” di coronavirus, ha ammonito in mattinata il premier Jean Castex, in occasione di un incontro con il personale sanitario dell’Aude, nel sud del Paese.

A due giorni dall’estensione del contestato pass sanitario, Macron ha detto di “misurare” il peso dei vincoli, in particolare, per gli esercenti di bar e ristoranti, che devono controllarne la validità, cliente per cliente. E tuttavia, ha aggiunto, “non avevamo altra scelta perché l’alternativa sarebbe stata la chiusura del Paese.

Oggi, il governo ha inoltre chiesto ai prefetti di rendere il green pass obbligatorio nei centri commerciali di oltre 20.000 metri quadrati, situati nei dipartimenti con un tasso di incidenza superiore ai 200 casi per 100.000 abitanti.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione Venezia
Dalla redazione di Venezia. Per comunicare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“La Venezia svenduta: uno, dieci, cento bar, bnb, uno attaccato all’altro…”. Lettere

In risposta alla lettera: “Non è che chi va fuori non ami più Venezia, è lei che non c’è più”. Rispondo alla Veneziana Doc. Non sono il Frank che ha risposto a Luca. Però devo dirti che hai ragione. Ho 75 anni...

Walter Onichini è in carcere, Zaia: “Mattarella conceda la grazia”

Caso Onichini: Zaia chiede la grazia per il macellaio che è in carcere per aver sparato al ladro. "Mi rivolgo al capo dello Stato e chiedo che venga concessa la grazia a Walter Onichini", sono state le parole del presidente della Regione...

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da visita da parte dei miei nuovi compagni e compagne di classe è stato questo: -“Da dove ti vien,...

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...

Dottoressa Maria Elena De Bellis sospesa per no al vaccino: 1500 assistiti devono cambiare medico

Dottoressa Maria Elena De Bellis, una professionista stimata alla quale i suoi 1500 assistiti si sono sempre affidati con fiducia. Sarà difficile per i suoi pazienti rinunciare a un rapporto solido e rassicurante, instaurato in un tempo di reciproco affidamento. Eppure quell’ambulatorio...

Cari mezzi di informazione e istituzioni, vi vorrei più educativi, più propositivi, più costruttivi, più trasparenti e più verità

Gentile Redazione Le mando questo mio semplice scritto veda se ritiene utile pubblicarlo, grazie. Cari mezzi di informazione e istituzioni, vi vorrei più educativi, più propositivi, più costruttivi, più trasparenti e più verità. 1) Quando si parla di ambiente,...

Vaporetti Actv Venezia: torna la Linea 2 fino a Lido

Actv implementa più corse: Linea 2 adesso arriva fino a Lido e ci sono corse supplementari 5.1 2 5.2.

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

Scavi nella laguna di Venezia: le posizioni contrapposte

Scavi nella laguna di Venezia: posizioni contrapposte fra Ambientalisti e Corila. Ma alla fine della diatriba l’ultima parola l’avrà il VAS (valutazione d’impatto ambientale) che sugli scavi in laguna ha già espresso e motivato il suo giudizio negativo che collima e...

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...