7.4 C
Venezia
mercoledì 01 Dicembre 2021

Frana distrugge l’hotel Eberle a Bolzano. Ricerche in corso

Homecrollo improvvisoFrana distrugge l'hotel Eberle a Bolzano. Ricerche in corso
la notizia dopo la pubblicità

Frana distrugge hotel a Bolzano. Per ora non si registrano vittime e dispersi, ma la certezza si avrà solo al termine delle ricerche. Si teme infatti che al momento dell’evento qualcuno sia potuto passate vicino all’albergo.
La struttura in questo periodo era chiusa per le restrizioni anti-Covid ed è stata investita da circa 2.000 metri cubi di rocce, che, intorno alle 15.15, si sono staccate lasciando sulla parete soprastante, ben visibile, una “ferita” di una quarantina di metri.
Sarebbe stata la combinazione di forti precipitazioni e di temperature di molto al di sotto dello zero a provocare la frana che si è abbattuta sull’Hotel Eberle, sulla collina di Santa Maddalena, alle porte di Bolzano.
I soccorritori hanno escluso la presenza di persone sotto le macerie, ma i controlli

sono proseguiti anche con il buio, alla luce delle fotoelettriche, con l’impiego di dispositivi geofonici e di unità cinofile del soccorso alpino.
La certezza sull’assenza di vittime si avrà solo al termine delle operazioni di ricerca.
Si teme il coinvolgimento di qualche passante vicino all’hotel al momento della frana.
Nelle scorse settimane nella zona di Bolzano si sono registrate precipitazioni oltre alla media pluriennale.
Da alcune settimane le passeggiate di Sant’Osvaldo, che terminano proprio nei pressi

dell’albergo, erano già state chiuse per alcune frane di piccole dimensioni, fino alla grossa scarica di massi, oggi, sull’Hotel Eberle.
I proprietari dell’albergo si trovavano in casa quando la frana si è abbattuta sull’edificio.
Fortunatamente erano in un’altra ala e sono rimasti illesi.
A causa dello smottamento, la porta d’ingresso del loro appartamento si è aperta solo a fatica.
L’ipotesi che sia stato il maltempo delle ultime settimana a provocare il disastro è stata fatta dal direttore dell’ufficio geologico della Provincia di Bolzano, Volkmar Mair, dopo un sopralluogo.
Per quanto riguarda un’eventuale ricostruzione dell’albergo, il geologo ha detto che servirà un’attenta analisi della situazione.

Il proprietario Stefan Zisser ha raccontato di aver udito un forte boato e uno scossone, come quello di un forte terremoto.
La frana ha interessato l’ala dell’immobile che ospita sale e congressi ed alcune stanze.
La sala congressi, che è andata completamente distrutta, può ospitare più di settanta persone.
“Fortunatamente, l’albergo era chiuso per l’emergenza Covid, altrimenti poteva essere una strage”, ha detto il governatore altoatesino, Arno Kompatscher, salito sino all’Eberle per un sopralluogo.
Kompatscher ha sottolineato che l’albergo è stato costruito prima che il pendio fosse stato dichiarato zona rossa per rischio geologico e perciò la struttura era in regola.
L’assessore alla protezione civile, Arnold Schuler, ha parlato di “un vero miracolo”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

“Alle vetrerie di Murano 3 milioni, anche ai furbetti, quelli che evadono milioni di euro”. Lettere

In riferimento all'articolo: "Fornaci di Murano ‘salvate’ dalla Regione". Lettere al giornale. Io penso che: …ma come, le vetrerie di Murano vengono finanziate con tre milioni di euro, dopo che più di qualcuna, da quanto leggo su quotidiani locali,   è stata “pizzicata” ad...

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott. Dina Sandon è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

Turisti riducono Piazza San Marco pizzeria a cielo aperto: da oggi non pagherò più le tasse

Il prof. Tamborini denuncia che la Polizia Municipale è intervenuta solo dopo molte insistenze e quando ormai non c'era più niente da rilevare. Oltre al fatto che ormai non viene praticamente sanzionato più nulla (neanche agli abusivi), perchè un cittadino deve...

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

“Si parla tanto di spopolamento di Venezia, ma la città perde meno abitanti di prima”. Lettere

In riposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei 'venezianassi' ". Vedo, purtroppo, che ancora una volta si punta il dito contro questo mostro delle locazioni turistiche senza mai vedere tutto l’insieme. Chiedo al prof. Mozzatto che faccia meglio i compiti prima...

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

I plateatici dei bar di Venezia tornano al loro posto

I plateatici di Venezia torneranno al loro posto originale il 31/12/21 "rientrando" dalle espansioni concesse per compensare il lockdown.

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...