25.6 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Frana distrugge l’hotel Eberle a Bolzano. Ricerche in corso

Homecrollo improvvisoFrana distrugge l'hotel Eberle a Bolzano. Ricerche in corso

Frana distrugge hotel a Bolzano. Per ora non si registrano vittime e dispersi, ma la certezza si avrà solo al termine delle ricerche. Si teme infatti che al momento dell’evento qualcuno sia potuto passate vicino all’albergo.
La struttura in questo periodo era chiusa per le restrizioni anti-Covid ed è stata investita da circa 2.000 metri cubi di rocce, che, intorno alle 15.15, si sono staccate lasciando sulla parete soprastante, ben visibile, una “ferita” di una quarantina di metri.
Sarebbe stata la combinazione di forti precipitazioni e di temperature di molto al di sotto dello zero a provocare la frana che si è abbattuta sull’Hotel Eberle, sulla collina di Santa Maddalena, alle porte di Bolzano.
I soccorritori hanno escluso la presenza di persone sotto le macerie, ma i controlli

sono proseguiti anche con il buio, alla luce delle fotoelettriche, con l’impiego di dispositivi geofonici e di unità cinofile del soccorso alpino.
La certezza sull’assenza di vittime si avrà solo al termine delle operazioni di ricerca.
Si teme il coinvolgimento di qualche passante vicino all’hotel al momento della frana.
Nelle scorse settimane nella zona di Bolzano si sono registrate precipitazioni oltre alla media pluriennale.
Da alcune settimane le passeggiate di Sant’Osvaldo, che terminano proprio nei pressi

dell’albergo, erano già state chiuse per alcune frane di piccole dimensioni, fino alla grossa scarica di massi, oggi, sull’Hotel Eberle.
I proprietari dell’albergo si trovavano in casa quando la frana si è abbattuta sull’edificio.
Fortunatamente erano in un’altra ala e sono rimasti illesi.
A causa dello smottamento, la porta d’ingresso del loro appartamento si è aperta solo a fatica.
L’ipotesi che sia stato il maltempo delle ultime settimana a provocare il disastro è stata fatta dal direttore dell’ufficio geologico della Provincia di Bolzano, Volkmar Mair, dopo un sopralluogo.
Per quanto riguarda un’eventuale ricostruzione dell’albergo, il geologo ha detto che servirà un’attenta analisi della situazione.

Il proprietario Stefan Zisser ha raccontato di aver udito un forte boato e uno scossone, come quello di un forte terremoto.
La frana ha interessato l’ala dell’immobile che ospita sale e congressi ed alcune stanze.
La sala congressi, che è andata completamente distrutta, può ospitare più di settanta persone.
“Fortunatamente, l’albergo era chiuso per l’emergenza Covid, altrimenti poteva essere una strage”, ha detto il governatore altoatesino, Arno Kompatscher, salito sino all’Eberle per un sopralluogo.
Kompatscher ha sottolineato che l’albergo è stato costruito prima che il pendio fosse stato dichiarato zona rossa per rischio geologico e perciò la struttura era in regola.
L’assessore alla protezione civile, Arnold Schuler, ha parlato di “un vero miracolo”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.