Forte Marghera, presto la pulizia ai canali per la navigazione delle barche a remi

ultimo aggiornamento: 16/07/2020 ore 11:28

76

Provincia di Venezia, oggi ultimo Consiglio
Approvato il progetto per i lavori di pulizia dei canali perimetrali di Forte Marghera.

La giunta comunale di Venezia, riunitasi nei giorni scorsi in webconference, ha approvato, su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto, il progetto definitivo comprensivo di quello di fattibilità tecnica ed economica per un intervento di pulizia dei canali perimetrali di Forte Marghera, lo scavo del bacino ovale posto a sud e il rifacimento del pontile per carico-scarico presente sulla darsena ellittica.

“Forte Marghera – commenta Zaccariotto – ha visto in questi ultimi anni un grande impegno da parte del sindaco e di tutta l’Amministrazione comunale che ha stanziato più 15 milioni per ristrutturare questo importante luogo storico e simbolico per l’intera città di Venezia.

“In un paio di mesi – prosegue l’assessore – la giunta ha approvato i progetti di recupero dell’edificio “29”, per un finanziamento totale di 1,8 milioni euro, ed ora, dopo aver facilitato l’accesso al Forte con il nuovo ponte ciclo-pedonale, andremo ad investire ulteriori 850mila euro per migliorare l’accessibilità via acqua rendendo i canali perimetrali del Forte navigabili per le imbarcazioni a remi e proseguendo, poi, con il ripristino delle condizioni igienico sanitarie e la messa in sicurezza dell’area sul Canal Salso a ridosso del museo militare”.

“Nello specifico, quindi, oltre ad una puntuale pulizia dei canali perimetrali che hanno subito, negli anni, un progressivo interramento a causa del continuo apporto di sedimenti naturali dalla laguna, del dilavamento di terreno dalle sponde e del fisiologico spostamento di fango, l’intervento prevede la manutenzione del pontile d’approdo della darsena ellittica per permettere ai natanti le attività di carico-scarico e il ripristino della scarpata sul Canal Salso a ridosso del Museo Storico Militare attraverso una struttura provvisoria di contenimento”.

Per quanto riguarda le tempistiche, si prevede che i lavori dovrebbero essere affidati entro la fine dell’anno e durare circa tre mesi.

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Una persona ha commentato

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here