Festa della Sensa a Venezia: “Ti sposiamo, mare”

ultimo aggiornamento: 29/05/2017 ore 12:20

297

Festa della Sensa: Venezia e Firenze gemellate

Si è rinnovata anche quest’anno, domenica scorsa, nell’ambito delle manifestazioni per la Festa della Sensa, la cerimonia dello “sposalizio del mare”, che da secoli celebra lo stretto rapporto di Venezia con il mare e con la pratica della voga alla veneta.

Momento centrale della Festa, la cerimonia che simbolicamente ripete il gesto simbolico che il Doge, a bordo del Bucintoro, compiva lanciando in acqua un anello d’oro, segno dell’unione sponsale.


A rinnovare la millenaria tradizione è stato il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, a bordo della ‘bissona’ Serenissima, imbarcazione da parata, seguita dal tradizionale e colorato corteo acqueo di barche a remi partito da Bacino San Marco.

Giunto nel canale di San Nicolò al Lido, il primo cittadino ha gettato in mare l’anello appena benedetto dal patriarca di Venezia, Francesco Moraglia, pronunciando la formula “Ti sposiamo, mare. In segno di vero e perpetuo dominio”.

Presenti alla cerimonia, tra gli altri, anche il consigliere delegato alla Tutela delle Tradizioni, Giovanni Giusto, il sindaco di Alleghe, Siro De Biasio, in rappresentanza dell’Unione Montana Agordina, il contrammiraglio Marcello Bernard, comandante dell’Istituto di Studi militari marittimi di Venezia.


Il sindaco ha poi partecipato alla Messa celebrata dal patriarca nella chiesa di San Nicolò.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here