In pronto soccorso con febbre alta e problemi neurologici: meningite a Verona

ultimo aggiornamento: 07/03/2017 ore 05:16

561

Cure alternative per il cancro, dopo Eleonora (18 anni), morta Eleonora (34)

Un caso di meningite meningococcica è stato registrato nel veronese. Un uomo di 31 anni, di Cerea, la notte scorsa si è presentato nel Pronto Soccorso al “Mater Salutis” di Legnago per la comparsa nel pomeriggio di sabato di febbre elevata, manifestazioni neurologiche e cutanee. Da subito ai medici è stato chiaro che il quadro era compatibile con una sindrome meningea infettiva.

Gli esami di laboratorio e sul liquor hanno infatti confermato il sospetto e la diagnosi è stata di meningite meningococcica.

E’ stata pertanto iniziata immediatamente la terapia antibiotica e di supporto specifica del caso per quindi accogliere il paziente in Malattie infettive. Monitorato dal medico internista di turno, in tarda mattinata il giovane è stato trasferito a scopo precauzionale in rianimazione. Subito attivate tutte le dovute misure di profilassi.

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here