8.1 C
Venezia
domenica 28 Novembre 2021

Fattura elettronica: ecco come emetterle su piattaforma Woocommerce

Homenotizie utiliFattura elettronica: ecco come emetterle su piattaforma Woocommerce
la notizia dopo la pubblicità

La fattura elettronica dopo essere stata vista come una nemica è diventata ora una delle più grandi amiche di tutte le aziende. È stata introdotta il 1 gennaio 2019 giorno X in cui tutti i possessori di partita IVA sono stati obbligati all’emissione della fattura in formato elettronico.

Non sono mancati gli attacchi a più riprese nei confronti di quella che è una pratica che sicuramente puntava a contrastare l’evasione fiscale ma anche rendere il lavoro più semplice. Anzi a dire la verità a rendere semplice il lavoro ci hanno pensato i portali come quello messo a disposizione da Gestisco Italia e che punta a rendere tutto estremamente semplice integrando i nuovi sistemi con le vecchie modalità lavorative.

Ma abbiamo alcune cose da chiarire e se vuoi saperne di più collegati al sito fatturapro.click e continua a leggerci.

Cos’è la fattura elettronica

La fattura elettronica è la nuova modalità di emissione dei documenti fiscali. Essa non si differisce molto dalla vecchia fattura cartacea, se non fosse per l’obbligo di compilarla e di inviarla utilizzando un dispositivo con connessione internet e una piattaforma o un software che sia in grado di far pervenire la fattura al Sistema di Interscambio.

Quest’ultimo è un elemento indispensabile della fatturazione elettronica, ne è sia il postino che il controllore, riuscendo a vigilare su quella che è l’esattezza dei documenti che vengono inviati.

Essi infatti dovrebbero contenere:

  • Intestazione sia di chi emette la fattura che di chi la riceve;
  • Sede legale o indirizzo di residenza di entrambi;
  • Partita IVA o codice fiscale, a seconda che si parli di società, ditta individuale, libero professionista o consumatore finale;
  • Numero e descrizione dei prodotti o dei servizi acquistati;
  • Codice dei prodotti o dei servizi nel caso ne siano dotati;
  • Importo da pagare;
  • Aliquota IVA e importo corrispettivo;
  • Numero progressivo;
  • Codice destinatario o indirizzo PEC.

E cosa c’entra Woocommerce?

Ci sembra una domanda più che lecita questa. Ebbene Gestisco Italia grazie a un suo lavoro certosino, ha reso possibile il poter emettere fattura attraverso Woocommerce. Questo è ora possibile perchè l’azienda è stata in grado di sviluppare un plugin WordPress per l’emissione delle fatture in formato elettronico.

Woocommerce è la piattaforma in grado di unire in un unico servizio WordPress e l’e-commerce. Non a caso questa è la modalità con cui vengono creati ed utilizzati la maggior parte degli shop online che hanno invaso il web.

Il ruolo di Gestisco Italia

Ma quale è stato il ruolo di Gestisco Italia in tutto questo? L’azienda non ha solo creato il plugin di WordPress per riuscire ad emettere la fattura in formato elettronico utilizzando Woocommerce, ma ha fatto molto di più.

I suoi servizi sono in grado di seguire le aziende a 360 gradi per quello che riguarda la parte amministrativa e finanziaria. Grazie all’utilizzo di piattaforme pensate per lo sviluppo industriale è possibile con un solo gesto occuparsi di fatture in formato elettronico, scontrino elettronico e anche i corrispettivi telematici.

Ovvio che poi non si conclude tutto qua ma va bene oltre. I servizi di Gestisco Italia sono pensati per permettere alle aziende di non essere in difficoltà nell’approccio con quelle che sono le modifiche che il mondo economico attuale richiede loro.

Le nuove formule gestionali saranno perfettamente integrate all’interno dell’azienda, non andranno in alcun modo a creare scompiglio. Questo perchè il principio su cui si è basato il lavoro di Gestisco è stato proprio quello di non rendere il lavoro difficile.

Quindi ricapitolando, sarà sufficiente un unico dispositivo con connessione internet per l’emissione delle fatture e degli scontrini in formato elettronico. Inoltre una sezione della piattaforma sarà completamente dedicata ai commercialisti e ai revisori contabili che potranno in autonomia accedere alla documentazione fiscale dei propri assistiti.

Tutto questo, oltre alla sicurezza di protezione dei sistemi ha fatto in modo che ad oggi siano già molte le aziende che si sono affidate ai servizi di Gestisco, trovando in loro un abito su misura per il proprio lavoro e per tutta la gestione che senza un aiuto concreto sarebbe stata veramente fin troppo complicata e difficoltosa.

Insomma una gestione semplice per non perdere mai di vista quello che è il core business dell’azienda.

continua a leggere dopo la pubblicità

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

“Vaporetto da Lido: 7,50 euro e ammassati come animali”

Riceviamo e pubblichiamo. La lettrice prende spunto da una segnalazione precedentemente ricevuta in cui si dice: "Centinaia di persone costrette a stiparsi all’interno di un imbarcadero chiuso nell’attesa di un vaporetto che passa ogni 30 minuti. È stato ridotto il numero di...

Morto turista tedesco, dipendente del campeggio di Cavallino indagato

Morto il turista tedesco ricoverato all'Angelo dopo un litigio in un camping di Cavallino-Treporti, il dipendente ritenuto responsabile potrebbe a momenti essere accusato di omicidio In base alle risultanze d'indagine, infatti, la Procura della Repubblica deciderà nelle prossime ore se indagare l'aggressore...

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

I plateatici dei bar di Venezia tornano al loro posto

I plateatici di Venezia torneranno al loro posto originale il 31/12/21 "rientrando" dalle espansioni concesse per compensare il lockdown.

Padova: “Prego biglietti”. Stranieri minori fanno il finimondo: scaraventate a terra due verificatrici

Padova, lunedì poco prima delle sei del pomeriggio autobus di linea in via Venezia. Alla fermata sul "10" salgono i controllori, uomini e donne. Ormai da tempo fare il verificatore nei mezzi pubblici è mestiere "a rischio" quindi i dipendenti di Busitalia...

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...