19.2 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Fa finta di niente, scende dal treno con il monopattino rubato. Arrestato a Mestre

Homefurti in trenoFa finta di niente, scende dal treno con il monopattino rubato. Arrestato a Mestre

Il piano, neanche tanto originale nella sua dinamica, è fallito: è sceso con il monopattino in mano rubato in treno dove poco prima era stato vista appoggiarsi.
L’uomo è stato arrestato dalla Polizia di Stato di Venezia con l’ausilio della Squadra di Polizia Giudiziaria Compartimentale.
Si tratta di un 45enne italiano già ricercato per furto aggravato.
Era infatti era già destinatario di provvedimento emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Firenze dovendo scontare una pena detentiva di 4 anni e 2 mesi.
Nella sua nuova ‘impresa’ è stato notato dagli agenti della Sezione di Polizia Ferroviaria di Mestre, in servizio antiborseggio in abiti civili nello scalo mestrino, mentre saliva furtivamente su un treno diretto a Treviso e si posizionava in modo equivoco a ridosso di una porta di accesso vicino ad un monopattino elettrico.

Dai successivi accertamenti del personale ferroviario a bordo del convoglio è emerso che il 45enne era stato visto scendere nella stazione di Mogliano Veneto con il mezzo di cui si era appropriato furtivamente.
Immediatamente è stata organizzata un’attività di controllo, durante la quale gli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria e della Sezione Polfer di Mestre hanno monitorato tutti i convogli provenienti da Mogliano Veneto.
Ciò ha consentito di rintracciare e fermare il 45enne mentre scendeva da un treno con una bicicletta, della quale lo stesso non ha saputo giustificarne il possesso.

A seguito di ulteriori accertamenti è emerso che il soggetto era già destinatario di un provvedimento restrittivo a suo carico, dovendo scontare una pena detentiva di 4 anni e 2 mesi
L’uomo è stato così accompagnato presso la Casa Circondariale di Venezia e denunciato per il furto del monopattino e la ricettazione della bicicletta.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.